Concorsi, Pittoni: nostra procedura di reclutamento molto più veloce ed efficace

di redazione

item-thumbnail

“È ridicolo affermare – come fanno i 5 Stelle – che il nostro piano di stabilizzazione richieda 6-8 mesi.

Assumere pescando da una maxi-graduatoria straordinaria che tenga conto della categoria di appartenenza (nell’ordine: graduatorie di merito 2016, graduatorie di merito 2018, graduatorie ad esaurimento, II^ fascia graduatorie di istituto, III^ fascia graduatorie di istituto) e, all’interno di ciascuna, del punteggio attribuito in sede di graduatoria di merito definitiva o di aggiornamento di GAE o GIST, non comporta alcun tempo aggiuntivo, se non quello – irrisorio – per l’assemblaggio in un unico elenco graduato degli aventi titolo.

Offre cioè la garanzia di espletamento in tempo utile che non dà, invece, il concorso straordinario voluto dal ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina. Aggiungo che i bandi del concorso straordinario e di quelli ordinari appena pubblicati, sono legati alla copertura di posti vacanti e disponibili nel triennio, già esistenti quindi, e già coperti da personale di ruolo (andato poi in quiescenza) o da supplenti annuali. Di conseguenza le assunzioni previste non abbisognano di alcun finanziamento straordinario (per emergenza o altro), utile comunque laddove si vogliano istituire nuovi posti in organico di diritto.

Cosa peraltro auspicabile visto l’esagerato numero di cattedre di fatto, che costringono al precariato decine di migliaia di docenti ormai super esperti. Falso, infine, che non si possano varare provvedimenti che riguardino più anni. E del resto, se è vero che per ora l’emergenza è legata al solo 2020, sarebbe assurdo non tenere conto dei settori della vita civile ed economica che nell’attuale situazione hanno bisogno di finanziamenti e liquidità a lungo periodo per evitare stagnazione o, peggio, recessione”.

Lo dichiara il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile Istruzione della Lega.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione