Concorsi per studenti, V edizione progetto “I futuri geometri progettano l’accessibilità”

di redazione
ipsef

COmunicato FIABA – Giunge alla quinta edizione il concorso nazionale progetto formativo “I futuri geometri progettano l’accessibilità” che ha complessivamente coinvolto nel nostro Paese 190 Istituti CAT (Costruzioni Ambiente e Territorio) presentando 108 progetti alle amministrazioni locali interessate. E quest’anno si arricchisce di una collaborazione di primo piano: Eataly

A scuola, nell’accesso alla spiaggia o nella biblioteca comunale. Al parco vicino casa, in piazza o a teatro. Al centro commerciale, nel campo sportivo o in piscina. Le barriere architettoniche che abitano gli spazi delle nostre città sono un problema delle persone con disabilità, ma anche di tutti i cittadini.

È per questo che FIABA ha ideato il concorso nazionale “I Futuri Geometri Progettano l’Accessibilità”, e CNGeGL (Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati), CIPAG (Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza Geometri) e GEOWEB (società di servizi telematici per professionisti) hanno fortemente voluto questa iniziativa.

Da cinque anni i #futurigeometri degli istituti CAT, tutorati dai professionisti dei Collegi Provinciali dei Geometri, sviluppano un progetto ad accessibilità totale nel Comune di residenza del loro istituto, consegnandolo poi alla pubblica amministrazione. Nel corso delle quattro edizioni, sono stati coinvolti oltre 190 Istituti CAT (Costruzioni Ambiente e Territorio) e sviluppati oltre 108 progetti. Per l’edizione 2015/2016 hanno partecipato 51 scuole e 29 sono stati i progetti sviluppati. Accade così che il Comune di Grosseto adotti il progetto formulato dai ragazzi e renda accessibile a sue spese la viabilità intorno all’IISS A. Manetti o che Ferrovie dello Stato commissioni all’ITET Fontana di Rovereto di sviluppare un progetto di Universal Design per la Stazione Centrale.

Giunti alla quinta edizione il concorso si arricchisce di una sezione speciale, in collaborazione con un’azienda che fa dell’eccellenza la sua forza: Eataly. I ragazzi del Volta-Ceccherelli e dell’Alberti di Roma produrranno due lavori per la riqualificazione e l’accessibilità dell’area intorno ad Eataly, imparando a far dialogare i loro elaborati tecnici con un progetto preesistente.

Il progetto ha ricevuto il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del MiBACT – Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo. “Un laboratorio che cresce con l’entusiasmo dei giovani e propone alle amministrazioni locali una mappa sempre più ampia delle soluzioni per migliorare l’accessibilità. Questo è il nostro progetto sociale”, secondo il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli, “che conferma la prerogativa dei Geometri Italiani nonché opportunità di lavoro qualificate per i #FuturiGeometri: essere conoscitori indiscussi del territorio italiano”.

“L’intenzione”, secondo il Presidente FIABA Giuseppe Trieste, “è quella di creare la cultura diffusa della qualità totale. I futuri geometri devono uscire dalla scuola con la sensibilità verso la progettazione accessibile in tutti gli ambienti della vita sociale dei cittadini. È per questo che abbiamo creato tre sezioni per i progetti: la scuola, gli spazi urbani e le strutture per il tempo libero. Ovunque e per tutti i cittadini ci deve essere accessibilità!”

Cosa fa FIABA?

FIABA é un’organizzazione senza scopo di lucro che ha come obiettivo quello di promuovere l’eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali, psicologiche e sensoriali per la diffusione della cultura delle pari opportunità a favore di un ambiente ad accessibilità e fruibilità totale secondo i concetti di “Design for all” e “Universal Design”. Nel 2002 si presenta alle istituzioni pubbliche e private presso la sede del CNEL, Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro e nel 2008 con un provvedimento del Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali l’attività di FIABA viene riconosciuta di “evidente funzione sociale”. I più importanti eventi di FIABA si svolgono sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. La MISSIONE di FIABA è quella di promuovere presso le istituzioni pubbliche e private e nell’opinione pubblica l’idea della Total Quality, la qualità totale che, se applicata all’intera società, permette di arrivare ad una vivibilità dell’ambiente ottimale per tutti.

UFFICIO STAMPA FIABA

Versione stampabile
anief anief
soloformazione