Concorsi ordinari 2024, prove dall’11 marzo: quale permesso richiedere. Cosa presentare a scuola

WhatsApp
Telegram

Concorsi ordinari 2024: il Ministero ha diramato il calendario delle prove scritte. Si svolgeranno nei giorni 11 – 12 marzo per infanzia e primaria, dal 13 al 19 marzo per la secondaria. Nei prossimi giorni gli Uffici Scolastici regionali provvederanno agli abbinamenti sede – candidato e li pubblicheranno nelle modalità indicate dagli AVVISI del 19 febbraio 2024.

Ecco tutte le indicazioni per trovare la convocazione

Concorsi scuola 2024, prova scritta a marzo: come si viene convocati. Scarica AVVISO Ministero [PDF]

Quale permesso richiedere per il giorno della prova

Docenti a tempo indeterminato

Il CCNL Scuola 2007, ancora vigente sul punto,  prevede 8 giorni per anno scolastico di permessi retribuiti per la partecipazione a concorsi ed esami (art. 15, comma 1).

Docenti a tempo determinato

Stesso numero di giorni anche per il personale precario, ma senza diritto alla retribuzione (CCNL 2019/21, art. 35 comma 14)

Nel limite degli 8 giorni vanno computati anche gli eventuali giorni di viaggio necessari per l’espletamento del concorso o dell’esame (non possono essere usati invece per la preparazione).

Alternative al permesso per concorso

  • 3 giorni di permessi retribuiti per motivi personali, da autocertificare, sia per il personale a tempo indeterminato (art. 15, comma 2, primo periodo)
  • 3 giorni di permessi retribuiti per motivi personali, da autocertificare, per il personale a tempo determinato con contratto al 31 agosto o 30 giugno  (CCNL 2019/21 art. 35 comma 12) Sono attribuiti e non concessi, come si presenta la domanda, l’autocertificazione [GUIDA]
  • che diventano 6 ma non retribuiti per il personale precario con supplenza temporanea (CCNL 2019/21, art. 35 comma 13).
  • ferie (massimo 6 giorni durante le attività didattiche) da richiedere però solo previa individuazione da parte del docente di uno o più sostituti in servizio nella stessa sede, senza quindi che vi siano oneri a carico dell’amministrazione (art. 13, comma 9).

La deroga alla necessità di trovare un sostituto è prevista solo nel caso il docente abbia già fruito di tutti i giorni di permesso per motivi personali o familiari e chieda di fruire dei 6 giorni di ferie per gli stessi motivi (art. 15, comma 2, secondo periodo).

La sopra indicata disciplina delle ferie si applica sia al personale docente di ruolo che a quello precario.

Interruzione maturazione anzianità di servizio

Ricordiamo che “i periodi di assenza senza assegni interrompono la maturazione dell’anzianità servizio a tutti gli effetti” (CCNL 2019/21 art. 35 comma 15)

Pertanto quella giornata non va eventualmente conteggiata per il numero di giorni di servizio per il punteggio GaE/GPS. Se si raggiunge comunque il massimo punteggio non costituisce un problema. Altrimenti meglio trovare un’alternativa.

Quando richiedere il permesso

Bisogna attendere la pubblicazione degli elenchi da parte degli USR. Conosciuta giornata e sede in cui si svolgerà la prova, è possibile richiedere il permesso. Di solito i Contratti integrativi di istituto richiedono la presentazione della domanda almeno cinque giorni prima rispetto alla fruizione. La risposta durante il question time del 19 febbraio con Sonia Cannas

Cosa portare a scuola come giustificazione

Se si usufruisce del permesso per concorsi, al rientro a scuola il docente presenta, a giustificazione dell’assenza, l’attestazione di partecipazione rilasciata dal soggetto presso il quale è stato sostenuto l’esame o si è svolta la prova concorsuale. In  sostituzione dell’attestazione è possibile comprovare l’esame o la prova concorsuale con autocertificazione.

Nell’autocertificazione è implicito che si possa anche dichiarare oltre al giorno effettivo di svolgimento dell’esame i giorni che sono serviti per il viaggio, e né la segreteria, né il dirigente potranno richiedere eventuali biglietti o altro perché non contemplato dalla norma. L’autocertificazione di fatto adempie all’obbligo richiesto.

Vuoi prepararti con noi? La nostra offerta formativa

Concorsi docenti 2024: programmi, prove, candidati e posti disponibili. Come prepararsi. Lo speciale con tutte le info utili

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

WhatsApp
Telegram

Corsi di inglese: lezioni ed esami a casa tua. Orizzonte Scuola ed EIPASS, scopri l’offerta per livello B2 e C1