Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Concorsi I e II grado: a quante procedure posso partecipare senza essere in possesso dei 24 CFU?

WhatsApp
Telegram

Le procedure straordinarie sono due: una sola abilitante, l’altra permette anche l’immissione in ruolo. Vediamo i requisiti e se è necessario avere i 24 CFU

Paola scrive

Ho conseguito la laurea (vecchio ordinamento) in Lingue e letterature straniere moderne. Sono iscritta alle graduatorie d’istituto di terza fascia dal 2011. Le mie classi di concorso sono A-24 e A-25. Ho cinque anni di servizio tra cui uno specifico per la classe di concorso. Vorrei partecipare al concorso straordinario. Ho conseguito presso l’Università di Macerata finora solo 12 dei 24 cfu previsti. Non credo che riuscirò a terminare gli esami prima della data di scadenza della presentazione delle domande. Vorrei chiedere: posso fare domanda di partecipazione sia per l’abilitazione che per il ruolo? sono distinte le prove per le due cassi di concorso A-24 e A-25 (inglese nella secondaria di secondo grado e inglese nella secondaria di primo)? Vi ringrazio in anticipo della disponibilità.

Procedure straordinarie

Abilitazione: bisogna essere in possesso delle tre annualità di servizio, anche non consecutive,  svolte tra l’a.s. 2008/09 e l’anno scolastico 2019/20 su posto comune o di sostegno. L’aspirante deve inoltre essere  in possesso del titolo di studio valido per l’accesso alla classe di concorso richiesta (laurea di accesso o diploma per ITP). Per i docenti non di ruolo almeno un anno di servizio deve essere stato svolto per la classe di concorso per la quale si concorre. E’ possibile scegliere una sola classe di concorso

Immissioni in ruolo/abilitazione: bisogna essere in possesso delle tre annualità di servizio, anche non consecutive,  svolte tra l’a.s. 2008/09 e l’anno scolastico 2019/20 su posto comune o di sostegno. L’aspirante deve inoltre essere  in possesso del titolo di studio valido per l’accesso alla classe di concorso richiesta (laurea di accesso o diploma per ITP).  Almeno un anno di servizio deve essere stato svolto per la classe di concorso per la quale si concorre. Il servizio valido è solo quello svolto nelle scuole statali di I o II grado. E’ possibile scegliere una sola classe di concorso

Procedura ordinaria

Partecipano i  docenti, anche di ruolo, che abbiano uno seguenti requisiti:

  1. titolo di abilitazione alla specifica classe di concorso;
  2. abilitazione all’insegnamento per diverso grado o classe di concorso con Laurea di accesso al I e/o II grado alla specifica classe di concorso (es. docente abilitata scuola primaria o infanzia con titolo di studio di accesso alla classe di concorso richiesta);
  3. titolo di accesso alla specifica classe di concorso congiuntamente al possesso dei 24 CFU/

Per i posti di insegnante tecnico-pratico (ITP) il requisito richiesto sino al 2024/25 è il diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore (tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017).

Conclusioni

Il caso della collega che non possiede i 24 CFU ma ha comunque il titolo valido e anni di insegnamento nella classe specifica rientra esclusivamente nei casi delle procedure straordinarie. Infatti, per poter accedere a quelle ordinarie c’è la necessità del possesso dei 24 CFU (da conseguire entro il 31/7) se non si è in possesso di nessuna abilitazione.

La collega può quindi partecipare sia alla procedura abilitante che a quella per il ruolo/abilitante, con una precisazione: deve, per ciascuna procedura, scegliere una sola classe di concorso. Naturalmente può scegliere anche un regione diversa  e diversa classe di concorso per ciascuna procedura: una regione/classe di concorso (es. A24) per la procedura abilitante; una regione/classe di concorso per la procedura per il ruolo (es. A25).

Non potrà invece partecipare alla procedura ordinaria in quanto ha solo il titolo di accesso senza il possesso dei 24 CFU.

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono un’opportunità professionale anche per gli insegnanti. Tutte le informazioni qui e su TuttoITS.it