Concorsi docenti, firmati i decreti. Lega e Fratelli d’Italia: “Centralità del comparto scuola nell’azione politica del governo”

WhatsApp
Telegram

Giuseppe Valditara, Ministro dell’Istruzione e del Merito, ha firmato i decreti che regolamentano i concorsi per i docenti. La notizia arriva dopo l’approvazione da parte della Commissione Europea, sottolineando l’impegno del Governo nel settore dell’istruzione.

La Commissione Europea ha dato il suo completo avallo ai decreti, confermando l’efficacia delle misure di reclutamento e stabilizzazione dei docenti. Questi provvedimenti disciplineranno un piano assunzionale senza precedenti: i primi due bandi garantiranno circa 30.000 nuovi insegnanti, un numero destinato a salire a 70.000 con i bandi successivi.

Gli sforzi non si fermeranno qui. I concorsi saranno indetti a cadenza annuale e su base regionale. Questo garantisce la continuità nella copertura dei posti, offrendo un’opportunità tanto attesa da docenti e studenti.

Fratelli d’Italia

“Il Ministro dell’Istruzione e del Merito Valditara ha firmato i Decreti che disciplinano i concorsi per i Docenti. Un atto importante, che segue quanto già affermato dal Ministro nei mesi scorsi circa l’attenzione che questo Governo ha in materia di reclutamento e di stabilizzazione dei Docenti. La nota positiva è che i Decreti hanno avuto la piena approvazione da parte della Commissione Europea, alla quale erano stati trasmessi già a luglio e che, dopo una accurata valutazione, ha rilasciato parere totalmente positivo e senza sollevare alcuna osservazione. Si tratta di concorsi che disciplineranno un piano assunzionale imponente e senza precedenti. I primi due bandi, attesi a breve, interesseranno una copertura di posti pari a 30 mila a valere sia sull’area comune che su quella di sostegno e per le scuole di ogni ordine e grado. Con i successivi si raggiungerà poi il target previsto dalla Riforma collegata al PNRR di 70 mila unità immesse in ruolo. Numeri importanti, che confermano la centralità del comparto scuola nell’azione politica di questo Governo, che testimoniano gli impegni assunti e mantenuti dal Ministro Valditara e che da un lato valorizzano la figura del Docente, e dall’altro garantiscono agli alunni la serenità di un percorso di istruzione e formazione che guarda al futuro”.

Lo dichiara Gimmi Cangiano, componente della Commissione Istruzione alla Camera

Lega

“Oggi, un’altra ottima notizia per il mondo della scuola: il ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, dopo il parere favorevole della Commissione Ue, ha firmato subito i decreti che disciplinano i concorsi per i docenti. Con questi provvedimenti, si garantiscono circa 30 mila nuovi insegnanti con i primi due bandi, per arrivare a 70 mila con i successivi concorsi. A garanzia della copertura, di anno in anno, dei posti che si renderanno disponibili, i concorsi verranno indetti a cadenza annuale su base regionale. Un altro tassello importante che valorizza i docenti e che attesta ulteriormente l’impegno e la concretezza della Lega per la formazione e il futuro dei nostri ragazzi”.
Così in una nota il senatore della Lega Roberto Marti, presidente della commissione Cultura e Istruzione a Palazzo Madama.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00