Concorsi a cattedra, fino al 2024 bisognerà avere 30 o 24 cfu per accedere

WhatsApp
Telegram

Momenti decisivi per la riforma del reclutamento: si sta per votare il testo che andrà a diventare il maximendamento da portare in Aula al Senato. A meno di grosse sorprese dell’ultim’ora, dovrebbero essere confermati durata e contenuti della fase transitoria del percorso.

Sino al 31 dicembre 2024, si legge sul testo approdato in commissione del pomeriggio, fermo restando il possesso del titolo di studio necessario con riferimento alla classe di concorso, sono comunque ammessi a partecipare al concorso per i posti comuni di docente di scuola secondaria di primo e secondo grado e per i posti di insegnante tecnico-pratico coloro che abbiano conseguito almeno 30 CFU/CFA del percorso universitario e accademico di formazione iniziale.

Inoltre, sino alla data di cui al primo periodo, sono altresì ammessi a partecipare coloro i quali, entro il 31 ottobre 2022, abbiano conseguito i 24 CFU/CFA previsti quale requisito di accesso al concorso secondo il previgente ordinamento. 

Dunque, durante la fase transitoria, potranno accedere al concorso con il solo titolo di studio, ovvero la laurea, i candidati in possesso dei 30 CFU, stabiliti proprio dal percorso disegnato dal decreto 36, e chi ha già i 24 CFU, requisito attuale per accedere al concorso.

Corsi abilitanti da 60 CFU con selezione in ingresso, poi concorso a cattedra. Ecco come si diventerà docenti. I contenuti del maxi-emendamento

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro