Concorsi 2024: prova scritta attesa a marzo. Assunzioni dall’estate anche se l’obiettivo 20.000 ruoli è entro dicembre 2024

WhatsApp
Telegram

Concorsi 2024: procedono di pari passo le due procedure, il DDG 2575/2023 per la scuola secondaria e il DDG 2576/2023 per infanzia e primaria. Le domande sono state presentate per entrambi i bandi entro lo scorso 9 gennaio, adesso si è in attesa dell’espletamento della prova scritta.

La prova scritta

Attesa già per febbraio, non ci sono più i tempi tecnici. Anche se il calendario venisse pubblicato domani 12 febbraio, gli USR devono pubblicare gli abbinamenti candidati – sede almeno quindici giorni prima rispetto allo svolgimento della prova per cui le prime prove andrebbero già sicuramente a marzo.

Il calendario prevederà più giornate.

Innanzitutto va considerato che infanzia primaria e secondaria sono due bandi separati, per cui non potrà esserci coincidenza nelle prove per permettere a chi partecipa ad entrambi di poter essere presente.

Inoltre, dato il numero di domande presentate, è facile intuire che si svolgeranno più sessioni (mattino e pomeriggio) in più giornate.

Va detto che, per ogni bando, ciascun candidato svolge una sola prova scritta per tutte le classi di concorso /posti per cui ha richiesto di partecipare.

La prova scritta si svolge nella regione in cui il candidato ha presentato la domanda.

Le 50 domande della prova scritta saranno “a sorpresa” per tutti, non c’è un “paniere” di quesiti ufficiali

Corso di preparazione + simulatore con 6.000 quesiti, 95 UdA. Aggiunte 9 ore di lezione di Inglese. Da 150 euro

Presto, è già tardi

Cosa manca ancora per la prova scritta 

Non si ha ancora nessuna notizia sulla consegna al Ministero dei quesiti per le prove, e questo certamente è il nodo centrale.

Di conseguenza non è stata ancora pubblicata neanche la tabella di valutazione per la prova scritta.

Alcuni USR giocano d’anticipo e nelle more della pubblicazione del calendario richiedono ai candidati interessati l’invio della documentazione per eventuali ausili/tempi aggiuntivi/sede più vicina

Alcuni USR cominciano a pubblicare gli elenchi del personale che ha presentato domanda per far parte delle Commissioni, ma bisognerà controllare i titoli dichiarati prima di costituire la commissione.

Altri USR hanno ricevuto poche domande e stanno riaprendo i termini di partecipazione. A pesare la mancata pubblicazione del decreto sui compensi spettanti e, ancora una volta, nessun esonero dal servizio per un lavoro da svolgere spesso in provincia lontana da quella di servizio. Si conosce solo la BOZZA dei compensi

Ma si consideri che probabilmente la prova scritta impegnerà il mese di marzo (se tutti gli adempimenti saranno pronti in tempo) e non prima di aprile si partirà con le prove orali.

Certamente a fare la differenza sarà il numero di candidati che supereranno la prova scritta ma i conti si fanno augurando il risultato migliore a ciascuno  e dunque se ad aprile dovessero iniziare le prove orali, ci saranno non più di quattro mesi per chiudere le sessioni.

Quanti sono i candidati alla prova scritta

Gli articoli vanno letti tenendo conto che ciascun candidato ha presentato una domanda ma può concorrere per più procedure. Alla secondaria 1 classe di concorso per secondaria primo grado + una classe di concorso secondaria secondo grado + eventualmente sostegno primo e secondo grado.

Concorso Secondaria di I e II grado: i candidati sono 437.351 per quasi 25mila posti

Le assunzioni

Di solito le immissioni in ruolo vengono disposte nella seconda metà di luglio ma anno dopo anno ci si rende conto che si tratta di un’operazione che avrebbe necessità di tempi ben più distesi, soprattutto da quando è stata introdotta la call veloce che, anche per i tempi ridotti oltre che per i vincoli, spaventa e non permette una adeguata riflessione sulle opportunità che propone (quest’anno ad es. avrebbe risparmiato a tanti candidati la partecipazione al concorso fuori regione).

Quindi si potrebbe pensare anche ad una anticipazione delle operazioni per i ruoli.

20.000 assunzioni PNRR entro dicembre 2024

A ben vedere in effetti nella nuova programmazione della timeline delle assunzioni PNRR concordata dal Ministero dell’Istruzione e del Merito con “l’Europa” la prima tranche di 20.000 assunzioni deve essere realizzata non entro il 1° settembre 2024, ma entro dicembre 2024.

Il MIM ha fatto sapere che le nuove date per le assunzioni sono:

  • 20 mila docenti entro dicembre 2024
  • 20 mila docenti entro settembre 2025
  • 30 mila docenti entro giugno 2026

L’obiettivo Pnrr slitta al 2026, circa un anno e mezzo in più di tempo rispetto alla data iniziale.

Questo potrebbe voler dire avere tempi più distesi e andare anche oltre la data canonica del “entro il 31 agosto”, con le conseguenze che ciò comporta.

Al momento la priorità è la prova scritta.

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri