Concorsi 2024, non ci sarà graduatoria provvisoria di chi ha superato prova scritta. E i punteggi non sono “pubblici”

WhatsApp
Telegram

Concorso scuola 2024: si concludono oggi le prove scritte con l’ultima sessione per la scuola secondaria. In pochi giorni sono stati esaminati 370mila candidati, attraverso una prova a risposta multipla con 50 domande legate alle competenze del candidato in ambito pedagogico, psicopedagogico e didattico-metodologico, conoscenza della lingua inglese al livello B2 e competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali. Secondo i risultati parziali pubblicati dal Ministero la percentuale dei candidati che hanno superato la prova è alta, in generale tra l’80 e 85%.

Prossima prova quella orale (e pratica per alcune classi di concorso)

Solo chi ha superato la prova con almeno 70/100 accederà alla prova orale (e pratica per le classi di concorso che la prevedono). Chi supera la prova orale avrà accesso alla valutazione dei titoli dichiarati nella domanda e potrà sperare di posizionarsi nella graduatoria finale utile per l’assunzione.

La strada verso il ruolo è in salita

La graduatoria di merito infatti  sarà formata dal numero dei candidati vincitori corrispondenti al numero dei posti a bando per la classe di concorso in oggetto in quella regione. Le graduatorie saranno scorse solo per coprire i posti degli eventuali vincitori rinunciatari.

Per le assunzioni si terrà conto di

  • riserva di posti del 30% per docenti con tre anni di servizio negli ultimi dieci, anche non consecutivi, svolti nella scuola statale di cui uno specifico Allegato 1
  • delle riserve di legge ex 68/99 Allegato A
  • della riserva di posti per militari volontari congedati
  • riserva dei posti per candidati che hanno concluso senza demerito il Servizio Civile Universale istituito e disciplinato dal Decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40. In questo caso il Ministero non ha predisposto una tabella, ma in base al DL 44/2023 la riserva è del 15% dei posti.

A parità di punteggio (ferme restando le riserve per le assunzioni ex legge 68/99) scatterà la preferenza di genere che, nel caso del concorso docenti, andrà perlopiù a favore dei candidati maschi. TABELLE

Pertanto, anche il voto della prova orale sarà determinante, così come a fare la differenza potrebbero essere i titoli dichiarati in fase di presentazione della domanda.

Al momento non è previsto lo scorrimento della graduatoria, se non per coprire i posti dei rinunciatari.

Quanti candidati hanno superato prova scritta?

Al momento non c’è questo dato per singola classe di concorso nella regione considerata.

Questi alcuni degli interrogativi dei partecipanti

alla conclusione delle prove scritte, sarà redatta una graduatoria per ciascuna classe di concorso? Soprattutto laddove i posti sono veramente esigui, nel mio caso 1, ed i partecipanti che hanno superato lo scritto veramente tanti, sarebbe opportuno conoscere la propria posizione in graduatoria ai fini della valutazione costi – sacrifici da fare per partecipare all’orale. Mi chiedo, se dovessi posizionarmi tra i “primi” potrebbe valere la pena di affrontare altri sacrifici e costi per il resto della prova, se,al contrario, dovessi posizionarmi tra gli ultimi, varrebbe la pena di continuare con l’orale? Spero di essere stata chiara. grazie

Non ci sarà una graduatoria parziale

La graduatoria di cui parla la collega non è prevista. Ogni candidato – sia chi ha superato la prova sia chi non ha raggiunto il punteggio minimo – riceverà copia della prova svolta con il relativo punteggio nell’area riservata della Piattaforma Concorsi e procedure selettive.

Non sappiamo quanto tempo gli Uffici Scolastici impiegheranno per questa operazione, mediamente circa 15 giorni.

Ognuno avrà accesso alla prova svolta, non  a quella dei colleghi.

Convocazione alla prova orale

Potremo forse farci un’idea di quanti candidati per classe di concorso attraverso le convocazioni per la prova orale.  Non è un dato che diamo per certo, in quanto già nel recente concorso per ed. motoria alla primaria alcuni USR hanno pubblicato solo la comunicazione relativa alla convocazione che i candidati hanno ricevuto, ma non i singoli nomi dei candidati. Ma chiaramente la convocazione avviene a ridosso della prova (almeno 15 giorni prima), per cui riteniamo sia sbagliato affidarsi a questo dato per la propria prepazione.

Non verranno pubblicati i punteggi della prova scritta

Non è invece prevista la pubblicazione in questa fase dei punteggi conseguiti alla prova scritta

Concorso ordinario: il superamento vale punti nelle graduatorie

Vale la pena affrontare il percorso se i posti sono pochi o addirittura solo uno? (raccomandiamo ai nostri lettori di consultare il decreto aggiornato della ripartizione dei posti, perché rispetto alla fase di presentazione della domanda sono stati integrati con DDG n. 78 del 17 gennaio 2024 per la scuola secondaria e  DDG n. 77 del 17 gennaio 2024 per infanzia e primaria

Certamente quell’unico posto ( o quei pochi posti) un vincitore dovranno averlo. Perchè devono essere gli altri e non noi? Se si perde si perderà per i titoli, le riserve, l’anzianità ma non certo per la mancata preparazione.

Inoltre, va considerato che il superamento del concorso, trattandosi di concorsi ordinari, porta punteggio nelle GPS e porterà punteggio nelle graduatorie interne dei docenti di ruolo, una volta assunti a tempo indeterminato.

Un tesoretto a cui magari oggi non si pensa ma che potrebbe tornare utile un giorno, speriamo non remoto.

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

Vuoi prepararti con noi per la prova orale?

Prova orale concorso docenti: come affrontarla in maniera efficace. Con esempi – LIVE. Solo 59 EURO

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00