Concetto di convivenza e durata del congedo biennale, ruolo e aspettativa per assegno di ricerca, visite fiscali per terapie salvavita

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Congedo biennale e concetto di convivenza col disabile

Elvira – Usufruisco della L. 104 per assistere mia madre invalida con accompagnamento. La mia residenza è nello stesso comune ma a numero civico diverso sulla stessa strada. Ormai 85enne ed aggravata seguo mia madre quotidianamente a casa sua. Per l’eventuale richiesta di congedo biennale dovendo avere il domicilio temporaneo da mia madre il comune ha detto che devo fare residenza da mia madre e non a casa mia. E’ giusto? Ma io non devo cambiare residenza ma solo-temporaneamente-il domicilio visto che abito così vicino e, che anch’io abito da sola. Cosa devo fare? Ringrazio anticipatamente della risposta.

Terapie salvavita e visita fiscale. Chiarimenti

Paolo  – sono affetto da malattia di esito incerto .. Ho preso durante l’anno scolastico precedente periodi di malattia  per grave patologia chiaramente suffragati da “terapia invalidante certificata” da settembre devo ricominciare con le cure di cui parlavo.. Volevo sapere la normativa diversa,attuale  sulle visite fiscali intacca questo sacrosanto diritto (non computo x malattia e visita fiscale inesistente.. )e se poi vi è un limite  temporale in questi casi poiché circa nove anni fa ho fatto 366 giorni di assenza continuativa perle stesse motivazioni.. Ringraziando chi dedica tempo alle risposte segno di vera attenzione alle problematiche altrui.

Immissione in ruolo e aspettativa per assegno di ricerca

Francesco  – Buongiorno, sono vincitore del recente concorso 2016 per l’immissione in ruolo nella scuola superiore, ma attualmente sto svolgendo un assegno di ricerca integrato da un contratto con un’università straniera per svolgere dei periodi di ricerca all’estero. Per questo vorrei usufruire di aspettativa, per concludere tali attività prima di iniziare la nuova esperienza lavorativa nel mondo della scuola. Vorrei chiedervi: 1) Se l’Assegno di Ricerca (Art. 22 L. 240/2010) che si concluderà il 31/03/2018 prevede la possibilità di firmare il contratto con la scuola chiedendo contestualmente aspettativa fino alla fine dell’attività di ricerca 2) Se il contratto di ricerca (part-time a tempo determinato fino al 30/06/2018) con l’università straniera possa essere anch’esso mantenuto chiedendo l’assunzione in ruolo alla scuola in regime di part-time al 50%, e naturalmente andando comunque in aspettativa per Assegno di Ricerca fino alla fine di quest’ultimo (31/03/2018).

Congedo biennale: non si possono superare 24 mesi nell’arco della vita lavorativa

Gianna – Buonasera, sono una docente di ruolo di scuola secondaria di primo grado e desidero sapere se si può richiedere un doppio congedo biennale, in tempi diversi, uno per l’assistenza di mio padre e uno per l’assistenza di mia madre,  entrambi con legge 104  ed essendo io l’ unico figlio  convivente e referente unico.  Grazie per la risposta.

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione