Con riapertura il 9 dicembre la scuola rischia di perdere il primato di oasi felice. Lettera

Stampa

inviata da Raffaella Germalli   Visto che il ministro Azzolina spinge per aprire le scuole il 9 dicembre, vorrei ricordare che io, mio figlio di 15 anni, la mia coinquilina, insegnante elementare, siamo tutti positivi al Covid 19,cosi’ come molti altri nostri colleghi.

 Quindi, sulla base di questi presupposti, mi chiedo, la ministra farà lezione in ogni scuola d’Italia o dove ritiene più opportuno? Perché, si continua a dire che la scuola è un’oasi felice, è pur vero, ma oso ricordare che nessuno di noi abita all’interno della scuola ed usa, nella maggioranza dei casi, i mezzi pubblici per raggiungere il luogo di lavoro. Mi sembra tanto che questo luogo felice si sia trasformato in un deserto dove regna l’infelicità. Grazie!

Riapertura scuole, il Governo punta alla data del 9 dicembre

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese