Scuole paritarie, devono comunicare i dati dei docenti impiegati. NOTA MINISTERO [PDF]

Stampa

Il Ministero dell’Istruzione, con la nota n. 2198 del 2 settembre 2020, a firma del direttore generale Gianna Barbieri, interviene sulla comunicazione dei dati dei docenti per le scuole paritarie.

Entro il 30 settembre i gestori o i rappresentanti legali delle scuole paritarie di ogni ordine e grado dichiarano al competente Ufficio Scolastico Regionale la permanenza del possesso dei requisiti richiesti dalle norme vigenti.

Il Ministero, inoltre, fa presente che è già disponibile sul SIDI un’area dedicata alla comunicazione dei dati dei docenti impiegati presso le scuole non statali Paritarie e una specifica applicazione per rendere uniformi, sul territorio nazionale, le modalità di raccolta delle informazioni, la modulistica, la tipologia dei dati necessari alla verifica dei requisiti prescritti a partire dall’anno scolastico 2020/21.

Gli utenti abilitati alle nuove funzioni previste per ciascun profilo sono:

  • Scuole Non Statali Paritarie che avranno a disposizione le funzioni per la gestione dei dati del docente e dell’associazione scuola/docente, interrogazioni e stampe a supporto dell’operatività;
  • Uffici Scolastici Territoriali che avranno a disposizione funzioni di monitoraggio sull’andamento della rilevazione e funzioni di visualizzazione analitiche e sintetiche su scuole e docenti del proprio territorio;
  • La Direzione Generale per i Sistemi Informativi e la Statistica del MI che avrà a disposizione funzioni per il supporto tecnico alle scuole paritarie e report con riepiloghi numerici sulle principali informazioni oggetto di rilevazione.

Nell’arco temporale previsto per la rilevazione, l’utente visualizza tutte le scuole sulle quali è abilitato ad operare e per ogni scuola dovrà inserire/modificare i dati relativi a ciascun docente che presta servizio per l’anno scolastico 2020/2021 presso la scuola e, per ogni docente, specificare una serie di informazioni relative a:

• Dati del docente

• Professionalità posseduta ai fini dell’insegnamento previsto – Titolo di Studio – Abilitazione – Specializzazione

• Inquadramento contrattuale – Titolo di contratto/prestazione – Contratto collettivo di lavoro applicato – Durata del contratto

• Servizio – Titolo di insegnamento – Classe di concorso – Materia/disciplina insegnata – Ore settimanali

Il Ministero, inoltre, precisa che le informazioni raccolte sono relative ai docenti presenti presso la scuola paritaria in fase di avvio dell’anno scolastico 2020/21 non essendo, al momento, prevista la gestione relativa alle variazioni del personale docente nel corso dell’anno.

NOTA

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia