Argomenti Guide

Tutti gli argomenti

Comunicazione alle famiglie, fondamentale ma senza violare la privacy. Occhio ai dati della salute degli studenti, in particolare con DSA

WhatsApp
Telegram

Il Garante della Privacy ha aggiornato il vademecum dedicato alle scuole, affrontando diverse problematiche legate alla vita quotidiana all’interno degli istituti.

Comunicazioni Scolastiche

Visto il diritto-dovere di informare le famiglie sugli eventi e le attività della vita scolastica, è fondamentale bilanciare tale necessità con la tutela della privacy dei minori. Pertanto, si richiede di evitare l’inserimento di dati personali identificabili, come ad esempio nomi di studenti coinvolti in casi di bullismo, soggetti a provvedimenti disciplinari o coinvolti in altre situazioni delicate, nelle circolari e nelle comunicazioni scolastiche non indirizzate a destinatari specifici.

Disabilità e Disturbi Specifici dell’Apprendimento

Le istituzioni scolastiche devono prestare particolare attenzione affinché non vengano divulgati, anche per errore materiale, dati relativi alla salute degli studenti. È vietato pubblicare online, ad esempio, circolari contenenti i nomi degli studenti con disabilità. È importante limitare l’accesso ai dati degli studenti con disabilità o disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) esclusivamente alle persone autorizzate dalla normativa scolastica e da specifiche disposizioni settoriali, come i docenti, i genitori e gli operatori sanitari, che insieme devono elaborare il piano educativo individualizzato.

La scuola a prova di privacy – Vademecum ed. 2023

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta