Compiti per le vacanze, la scrittrice Auci: “Gli studenti copiano dal web, meglio leggere un libro”

WhatsApp
Telegram

La scrittrice, Stefania Auci, nota soprattutto per la saga dei Florio, ha un messaggio chiaro: i giovani dovrebbero avere il permesso di annoiarsi. Nel suo recente colloquio con Il Messaggero, Auci, che è anche insegnante, ha condiviso un punto di vista provocatorio sull’educazione e i compiti estivi.

“Preferisco lasciare gli alunni liberi di leggere dei libri, quelli che vogliono”, ha dichiarato, enfatizzando l’importanza di dare agli studenti la libertà di scelta. Tuttavia, oltre alla libertà di lettura, Auci sottolinea il valore della noia. “Nella noia ci si riprende i propri spazi, i propri pensieri”, dice, sostenendo che l’attuale cultura dell’occupazione continua possa essere dannosa.

In un’era dominata dalla tecnologia, con infinite distrazioni e l’ansia di “fare”, la noia è diventata un concetto quasi obsoleto per molti giovani. Ma Auci crede che nel “otium”, un termine latino che fa riferimento al tempo libero e all’ozio, si nascondano vere opportunità di introspezione e di rielaborazione dei pensieri.

Quando si tratta di compiti estivi, Auci mette in discussione la loro efficacia. Secondo lei, piuttosto che sommergere gli studenti di attività, sarebbe più utile un ripasso generale nelle prime settimane di lezione a settembre, permettendo una transizione più dolce verso l’anno accademico.

Con la facilità d’accesso alle risorse online, compresi riassunti e soluzioni pronte, Auci sottolinea come i compiti tradizionali stiano perdendo la loro rilevanza. Invece, sostiene l’adozione di attività più creative e collaborative al rientro in classe. La fotografia, ad esempio, può spingere gli studenti a osservare il mondo in modo più attento.

Infine, riflettendo sulla sua esperienza personale, Auci ricorda un tempo in cui l’educazione non era centrata sull’idea di mantenere costantemente impegnati gli studenti, proponendo una riflessione: forse c’è qualcosa da riportare da quel modello più rilassato.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso