Compiti a casa. I genitori non devono sostituirsi ai figli nè fargli da scudo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Repubblica ha intervistato Gaia Capecchi, docente di Lettere tra i 50 finalisti al Global Teacher Prize, sulla questione dei compiti a casa.

Secondo la Capecchi, è giusto che i genitori siano consapevoli di quello che i figli devono fare, verificando i compiti fatti, ma è sbagliato affiancarli minuto per minuto, sedersi accanto sostituirsi a loro, come spesso accade alle elementari e talvolta anche alle medie.

E’ un errore educativo, spiega, caricare di compiti gli alunni, perché in tal modo è come delegare la famiglia; è un errore anche quello, aggiunge, di fare da scudo ai figli, per evitare loro qualsiasi difficoltà, i ragazzi devono assumersi le loro responsabilità.

Fonte

I genitori: i docenti non devono assegnare da studiare a casa argomenti non spiegati o non capiti in classe  

Genitori italiani seguono i figli almeno per sette ore a settimana, ma pensano che la scuola sia peggiorata

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione