Competenze informatiche, si parte da investimento 80 mln. Il piano

WhatsApp
Telegram

Come colmare il divario nelle conoscenze informatiche rispetto agli altri paesi sviluppati? Che ruolo deve avere la scuola?

La risposta è “fondamentale” ed è quanto si sta mettendo in opera attraverso una serie di iniziative per potenziare le conoscenze informatiche delle prossime generazioni.

Si è partiti da un investimento da 80 mln di euro partito il 3 marzo, che è la prima di 10 azioni previste sulle competenze degli studenti.

Il bando in questione ha due filoni, “competenze di cittadinanza digitale” con lo scopo di alfabetizzare ed educare ai media. Dall’altro il pensiero computazionale e la creatività digitale, con lo scopo di dare basi informatiche e di programmazione agli studenti.

Un progetto che permetterà a 5mile scuola di rendere l’offerta strutturale a partire dalla primaria.

A ciò si aggiunge anche il bando Curricoli digitali, con 5mln di euro per 25 progetti con il fine di affrontare tematiche come (diritti in Internet; educazione ai media; educazione all’informazione; robotica educativa, making e stampa 3D, Internet delle cose; big e open data; pensiero computazionale; arte e cultura digitale; educazione alla lettura e alla scrittura in ambienti digitali; economia digitale; imprenditorialità digitale).

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, ecco il bando. Corso di preparazione: proroga prezzo scontato 120 euro al 31 maggio