Commemorazione strage Capaci. Mafia, Giannini: introdurne lo studio nelle scuole e nelle università

Stampa

Il ministro Giannini, presente a Palermo presso l'aula bunker del carcere Ucciardone per commemorare la strage di Capaci, ha aperto all'introduzione dello studio della mafia e della lotta alla medesima nelle scuole e nelle università. 

Il ministro Giannini, presente a Palermo presso l'aula bunker del carcere Ucciardone per commemorare la strage di Capaci, ha aperto all'introduzione dello studio della mafia e della lotta alla medesima nelle scuole e nelle università. 

Queste le parole del Ministro: "I tempi sono maturi per immaginare che la storia della mafia e della lotta alla mafia diventino oggetto di studio nelle scuole superiori e nelle università".

La Giannini ha affermato che è fondamentale  far comprendere ai ragazzi che è l'ignoranza a generare paura e che la scuola costituisce lo strumento principale per lottare  e sconfiggere la criminalità organizzata e diffondere la cultura della legalità.

Ha ricordato, inoltre, i risultati dei percorsi alla legalità, realizzati grazie agli accordi stipulati dal MIUR con ANM, il CSM e direzione nazionale antimafia, che hanno suscitato l'interesse dei ragazzi che hanno avuto modo di conoscere e dialogare direttamente con i soggetti impegnati sul campo a combattere le mafie.

La Ministra, infine, ha evidenziato la novità di quest'anno, ossia il fatto che le otto piazze coinvolte nelle manifestazioni (da Milano a Barile in provincia di potenza) collegano tra loro 50.000 ragazzi e i loro insegnanti.

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur