Comitato Priorità alla scuola consegna lettera alle Regioni: ripartire senza riduzione orario e Dad

Domani il comitato Priorità alla Scuola torna a mobilitarsi davanti alle sedi di undici Regioni: Emilia-Romagna, poi Toscana, Piemonte, Lombardia, Liguria, Lazio, Veneto, Marche, Puglia e Sicilia.

Le delegazioni locali consegneranno ai presidenti delle Regioni una lettera in cui si avanzano richieste di spiegazioni e proposte operative per la riapertura delle scuole di ogni ordine e grado a settembre.

A Bologna la lettera sarà consegnata a Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni, per chiedere “di spiegare pubblicamente i motivi per cui le Regioni hanno accettato senza riserve e con minime modifiche le linee guida approntate dal Ministero dell’Istruzione per la riapertura della scuola a settembre che rendono impossibile, come molti enti locali, Regioni e dirigenti scolastici hanno osservato, garantire un rientro a scuola a settembre senza riduzione di orario, senza turni e senza Dad, in tutti gli ordini e gradi“.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia