Comitato “Non si svuota il SUD”: posti potenziamento per rientro docenti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Comitato “Non si svuota il SUD” – Il potenziamento è stato partorito dalla Legge 107/15 e non è mai stato concretizzato.

Il potenziamento consentirebbe pariteticamente agli alunni il diritto allo studio, l’ orientamento, la formazione e l’inclusione scolastica.
È doveroso da parte dello Stato rivolgere maggiori attenzioni verso gli alunni e gli studenti, attivando dei percorsi stabili di potenziamento, soprattutto in quei contesti a rischio di marginalità sociale e a forte dispersione scolastica.
Gli insegnanti di ruolo fuori sede, potrebbero transitare in mobilità su tale organico, il quale, dai tempi del varo della 107/15, è praticamente scomparso.
Si continua a tagliare sconsideratamente sull’Istruzione, burocraticizzando il sistema scolastico e addossando sugli insegnanti nuove ed improponibili responsabilità: il rapporto 1 su 25 o 1 su 30 ha depotenziato il ruolo dell’insegnante e la sua libertà d’insegnamento, coprendo le difficoltà degli alunni e degli studenti attraverso la formale compilazione di documenti, che non potranno mai sopperire alle loro reali problematiche.
L’organico dell’ autonomia, dunque, coniugherebbe due esigenze: riqualificherebbe l’offerta formativa della Scuola, rimuovendo gli ostacoli che limitano lo sviluppo della persona umana, utilizzando i docenti fuori sede, colpiti dall’algoritmo.
Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione