Comitato Docenti Precari Gae Infanzia: la nostra scuola resterà statale, immissioni in ruolo anche nelle sezioni Primavera. Lettera

di redazione
ipsef

Sono fiera di far parte del direttivo del Comitato Docenti Precari Gae Infanzia. Legalmente riconosciuto, difende alla luce del sole i diritti che troppo spesso sono stati calpestati . Mi direte :"Dal Governo!", vi risponderò :"anche…ma soprattutto da chi vuol raggiungere l'obiettivo in tempi brevi, non rispettando le regole ". 

Sono fiera di far parte del direttivo del Comitato Docenti Precari Gae Infanzia. Legalmente riconosciuto, difende alla luce del sole i diritti che troppo spesso sono stati calpestati . Mi direte :"Dal Governo!", vi risponderò :"anche…ma soprattutto da chi vuol raggiungere l'obiettivo in tempi brevi, non rispettando le regole ". 

Ieri per noi è stata una bellissima giornata, nella quale si sono raccolti i frutti di un duro lavoro d'equipe. Non sono stati cambiati i parametri del dialogo, noi l'abbiamo sempre cercato perché la scuola non deve avere colori che la contraddistinguano, bisogna lavorare per assicurare un'istruzione Pubblica e gratuita, ma contemporaneamente lottare per il nostro diritto al lavoro. Quello che è mancato, da parte del Governo, è stato un dialogo aperto e costruttivo verso chi si è sentito emarginato già dall'approvazione della 107/15, o meglio sono state sbagliate le modalità di dialogo. C'è stata massima disponibilità da parte della Sen.Puglisi, che ha argomentato con noi per molto tempo sia in veste di donna e madre, che in veste istituzionale. Ora commenterete :"Per forza, dopo lo scossone che hanno avuto!:"

Sinceramente e lo ribadisco, non voglio credere che in tutto questo ci sia un gioco politico, voglio invece pensare che sia arrivato il momento delle riflessioni sugli errori commessi e che quindi sia arrivato il tempo per rimediare.

Bisogna invece evidenziare,che fin dall'inizio le acredini tra i vari gruppi che curano gli interessi delle GAE Infanzia, sono state forti e di parte. Noi abbiamo, come Comitato, sempre lottato per ottenere il potenziamento mirato a superare le difficoltà che ogni giorno incontriamo, la diminuzione del numero degli alunni, la costituzione di sezioni Primavera che immetteranno in ruolo anche da GAE (un docente con contratto Statale e due educatori con contratto comunale) e altri provvedimenti che servano a risolvere il problema di 18.000 docenti.

La Scuola dell'Infanzia resterà Pubblica e Scuola Statale, questo ci premeva ottenere e questo abbiamo ottenuto.Ora tutti vogliono prendersi i meriti, tutti reclamano visibilità e alzano i toni, se serve per alzare la vostra autostima, ben venga, fatelo!

Fino a ieri eravamo invisibili, noi del Comitato Docenti Precari GAE Infanzia vi abbiamo, ci siamo rese visibili, aprendo una breccia che seguiremo passo a passo, fiduciose nella donna e poi Senatrice, che ha nelle proprie mani il nostro destino.

Abbiamo sempre creduto nelle Istituzioni,di qualsiasi colore fossero nonostante le ultime delusioni, abbiamo rispettato le regole, abbiamo atteso per anni e il fatto stesso che la Senatrice ci ha affidato l'incarico di scrivere la sintesi dell'incontro di ieri (per rispondere alla provocazione non è nulla di ufficiale), è tutto dire. Gli impegni si mantengono e lei li manterrà .Chi ci vuol seguire lo faccia, chi no creda nelle chimere.
 

Elvira De Santis
Comitato Docenti Precari Gae Infanzia
#Nodiscriminazionegaeinfanzia   sempre e per sempre.
Versione stampabile
anief
soloformazione