Come rendere affascinante lo studio della storia a scuola. Risponde Alessandro Barbero

Stampa

Le modalità di studio della storia sono tornate di attualità in questi giorni. Nelle scorse settimane un Convegno Gilda aveva puntato i riflettori sull’argomento e in quella occasione il Ministro Fioramonti aveva manifestato la possibilità di far rientrare a pieno titolo il tema di storia tra le tracce della Maturità 2020. 

E così infatti è stato. Pochi giorni fa, in una intervista a Repubblica Fioramonti ha illustrato le modalità di questo “rientro”:

Fioramonti svela anche cosa privilegia ” Vorrei anche entrassero nelle tracce i testi dei grandi storici italiani. Gli studenti dell’ultimo anno spesso non sanno chi sono Benedetto Croce e Gaetano Salvemini. Resto convinto che basterebbe un brano di Salvemini sulla scuola italiana per spingere gli studenti verso una disciplina che troppo spessoviene vissuta come una pesante enciclopedia estranea alla vita“.
La storia era facoltativa; ora diventa obbligatoria” ha affermato il Ministro.
Nello stesso tempo si amplia e intensifica il dibattito sulle modalità di insegnamento della storia.
il Ministro stesso punta ad una riformulazione dell’insegnamento, senza però aggiungere delle ore “Ora partiamo con il confronto con gli studiosi, poi passeremo a una fase attuativa. E a partire dal 2022 conto di consegnare alla scuola italiana una nuova periodizzazione e una nuova modalità di studio della storia“.

Alessandro Barbero: come la storia può diventare accattivante

Per fornire delle prime indicazioni però Fioramonti ha posto la domanda “Come fare per rendere accattivante l’insegnamento della storia nelle scuole italiane” ad Alessandro Barbero storico e scrittore.
Barbero concorda con l’idea che il Ministro Fioramonti ha espresso durante il Convegno della Gilda: storia non è solo il succedersi degli eventi, la serie delle battaglie, ma è storia di uomini, di mentalità, di culture.
Barbero porta l’esempio dello storico March Bloch, che ad un certo punto delle sue ricerche, si imbattè nella storia dell’alimentazione, in particolare la “storia della marmellata”. Da quando produrre la marmellata in casa è diventata una tradizione italiana? quali processi storici hanno contribuito a ciò?

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur