Come diventare insegnante di sostegno infanzia e primaria: novità Decreto Inclusione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il corso di Laurea di Scienze della formazione primaria potrebbe presto cambiare, consentendo anche l’acquisizione dei 60CFU per diventare insegnanti di sostegno. 

Nello schema del Decreto L.vo di correzione del Decreto L.vo n. 66/2017 attuativo della legge 107/2015, approvato dal CDM il 20 maggio 2017 ci sono novità anche per gli insegnanti di scuola di infanzia e primaria.

Si prevede infatti che il Miur possa ridefinire il corso di Laurea in Scienze della formazione primaria, inserendo tra i contenuti i 60 CFU necessari per l’anno di specializzazione  su sostegno.

La formulazione originaria dell’articolo

Art. 12 Corso di specializzazione per le attivita’ di sostegno didattico nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria

1. La specializzazione per le attivita’ di sostegno didattico alle bambine e ai bambini, alle alunne e agli alunni con disabilita’ certificata nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria si consegue attraverso il corso di specializzazione di cui al comma 2.

2. Il corso di specializzazione in pedagogia e didattica speciale per le attivita’ di sostegno didattico e l’inclusione scolastica: a) e’ annuale e prevede l’acquisizione di 60 crediti formativi universitari, comprensivi di almeno 300 ore di tirocinio, pari a 12 crediti formativi universitari; b) e’ attivato presso le universita’ autorizzate dal Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca nelle quali sono attivi i corsi di laurea a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria; c) e’ programmato a livello nazionale dal Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca in ragione delle esigenze e del fabbisogno del sistema nazionale di istruzione e formazione; d) ai fini dell’accesso richiede il superamento di una prova predisposta dalle universita’.

3. Accedono al corso esclusivamente gli aspiranti in possesso della laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria che abbiano conseguito ulteriori 60 crediti formativi universitari relativi alle didattiche dell’inclusione oltre a quelli gia’ previsti nel corso di laurea. Ai fini del conseguimento dei predetti 60 CFU, possono essere riconosciuti i crediti formativi universitari eventualmente conseguiti dai predetti laureati magistrali in relazione ad insegnamenti nonche’ a crediti formativi universitari ottenuti in sede di svolgimento del tirocinio e di discussione di tesi attinenti al sostegno e all’inclusione.

4. La positiva conclusione del corso di cui al comma 2 e’ titolo per l’insegnamento sui posti di sostegno della scuola dell’infanzia e della scuola primaria.

5. Con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca, da adottare ai sensi dell’articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127, sono definiti i piani di studio, le modalita’ attuative e quelle organizzative del corso di specializzazione in pedagogia e didattica speciale per le attivita’ di sostegno didattico e l’inclusione scolastica, nonche’ i crediti formativi necessari per l’accesso al medesimo corso di specializzazione.

La modifica 

dopo le parole “del corso di” sono inserite le seguenti: “laurea in scienze della formazione primaria, anche con l’integrazione dei CFU di cui al comma 3, i piani di studio, le modalità attuative e quelle organizzative del corso di”.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione