Come avere più posti in organico insegnanti al sud? lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Libero Tassella – Ogni anno la stessa storia. Si traggono le somme e si vede che i posti di insegnamento si contraggono al Sud e aumentano al Nord, quest’anno oltre 3500 posti in più al Centro Nord.

L’italia è a doppia velocità anche negli organici dei docenti. E sarà sempre così fin quando gli organici di diritto e poi di fatto si determineranno solo sul numero degli alunni.

Ecco che i sindacati scrivono al Ministro per avere qualche posto in più, lo stesso fanno i Sindaci e Presidenti di Regione, le associazioni di precari che vedono assottigliarsi le possibilità di supplenze al Sud e i docenti di ruolo al CentroNord che non riescono a rientrare nei loro paesi.

Ogni anno di questi tempi il solito copione, forse alla fine qualche posto sarà pure dirottato dal Nord al sud, ma per risolvere in problema c’è bisogno di un intervento strutturale per gli organici del sud di concerto tra il ministro dell’Istruzione, del Sud e del Tesoro e della Conferenza stato regioni.

Diffusione del tempo scuola e del tempo lungo nelle scuole primarie e medie è la richiesta di sempre, ma non basta anche perché al Sud non c’è richiesta e mancano strutture.

Sicuramente una riduzione degli alunni nelle classi.

Ma io aggiungo una politica degli organici del Sud che non può essere la stessa di quella del Nord, secondo le esigenze educative e formative proprie di quest’area del paese.

Ad esempio gli organici devono essere potenziati a livello provinciale, con un loro incremento dal 15% al 20%, la trasformazione degli organici di fatto in organici di diritto dai posti curriculari a quelli di sostegno.

Se non si fanno tali interventi strutturali e un investimento sugli organici al Sud le lettere dei sindacalisti meridionali di Flc Cgil , Cisl, Uil, Snals,Fgu ieri a Fedeli oggi a Bussetti o gli interventi presso il ministro di Musumeci in Sicilia o De Luca in Campania, sono aria fritta, propaganda.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione