Collaboratori scolastici: corso obbligatorio per assistenza di base ad alunni con disabilità in Sicilia, ma non piace ai sindacati

di redazione
ipsef

Pubblichiamo il comunicato unitario delle organizzazioni sindacali regionali della Sicilia dopo la nota della dott.ssa Altomonte che ha specificato che i corsi di formazione per collaboratori scolastici destinati all'assistenza di base agli alunni con disabilità sono obbligatori.

Pubblichiamo il comunicato unitario delle organizzazioni sindacali regionali della Sicilia dopo la nota della dott.ssa Altomonte che ha specificato che i corsi di formazione per collaboratori scolastici destinati all'assistenza di base agli alunni con disabilità sono obbligatori.

Il comunicato è a nome di Graziamarina Pistorino (Flc Cgil), Francesca Bellia (Cisl Scuola), Claudio Parasporo (Uil Scuola) e Michele Romeo (Snals Confsal)

"L'Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, dopo la convocazione in V e II Commissione legislativa del'ARS, dove si è consumata la solita sceneggiata sullo scaricabarile delle competenze e delle cause che hanno portato alla subalternità degli enti locali all'amministrazione statale sull'assistenza di base agli alunni disabili, ha diramato una nota esplicativa in cui si afferma che: “…..I dirigenti scolastici individueranno i soggetti destinatari della formazione dando la precedenza – fra coloro che daranno disponibilità – ai collaboratori beneficiari dalla 1° posizione economica ex art. 7 CCNL 2004/2005.

Poiché la formazione si configura come obbligatoria per tutti, qualora non vi fossero C.S. disponibili il Dirigente individuerà d'ufficio i nominativi dei partecipanti fra tutto il personale in servizio ricordando che, in ogni caso, i beneficiari della 1° posizione sono già obbligati a rendere il servizio di assistenza igienico-personale”.

Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal fin dalle prime riunioni svoltesi all'USR Sicilia hanno evidenziato come non si possano costringere i Collaboratori Scolastici a sottoporsi a formazione obbligatoria, come non si possano obbligare i Collaboratori Scolastici a sostituire personale specializzato per la funzione richiesta, costringendoli a frequentare un corso di sole 40 ore per un compito estremamente delicato e fortemente specializzato quale l'assistenza di studenti svantaggiati già dall'handicap.

E' irrispettoso nei confronti dei cittadini Siciliani scaricare la ormai cronica inefficienza e mancanza di fondi della Regione Siciliana sul personale ATA della scuola statale, già ridotto all'osso da ripetuti tagli a livello nazionale. Ci si chiede come sarà svolto, se lo sarà, il servizio di assistenza negli istituti in cui sono presenti più di 80 disabili a fronte di soli 3 collaboratori scolastici “formati” per il servizio e per tale motivo ne richiediamo l'immediato ritiro"

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione