Codacons. “Sono anni che diciamo che le scuole italiane cadono a pezzi”

di Giulia Boffa
ipsef

"Le scuole italiane cadono a pezzi, e noi lo diciamo oramai da anni". Il Codacons interviene in merito alla tragedia sfiorata questa mattina al liceo Dettori di Cagliari, dove in un’aula al piano terreno e’ crollata parte del soffitto.

"Le scuole italiane cadono a pezzi, e noi lo diciamo oramai da anni". Il Codacons interviene in merito alla tragedia sfiorata questa mattina al liceo Dettori di Cagliari, dove in un’aula al piano terreno e’ crollata parte del soffitto. "Il problema delle strutture scolastiche rappresenta una questione irrisolta nel nostro paese – afferma il Presidente Carlo Rienzi – al punto che abbiamo dovuto avviare, e vincere, una apposita class action contro il Ministero dell’Istruzione, affinché venisse emanato il piano generale di edilizia scolastica come stabilito dalle leggi".

"L’episodio odierno – prosegue Rienzi – dimostra come troppe scuole in Italia non siano sicure e rappresentino un potenziale rischio per la salute di studenti, insegnanti e personale scolastico". Il Codacons invita i genitori degli studenti che frequentano il liceo Dettori di Cagliari e il personale scolastico dell’istituto a chiedere un risarcimento danni al ministero dell’Istruzione, in relazione ai rischi corsi ai mancati provvedimenti per la messa in sicurezza degli istituti scolastici.

Versione stampabile
soloformazione