Codacons, da Renzi ricatto inaccettabile. Precari scelgano la strada del ricorso

WhatsApp
Telegram

"Un ricatto vergognoso e inaccettabile che calpesta i diritti dei precari e umilia i docenti già mortificati da anni di precariato". Lo afferma il Codacons, commentando le dichiarazioni del Premier Matteo Renzi sugli emendamenti al ddl Buona Scuola, che metterebbero a rischio 100mila assunzioni in favore dei precari.

"Un ricatto vergognoso e inaccettabile che calpesta i diritti dei precari e umilia i docenti già mortificati da anni di precariato". Lo afferma il Codacons, commentando le dichiarazioni del Premier Matteo Renzi sugli emendamenti al ddl Buona Scuola, che metterebbero a rischio 100mila assunzioni in favore dei precari.

"I diritti dei lavoratori della scuola dovrebbero sempre venire prima degli interessi politici e delle beghe tra governo e opposizione. Le affermazioni di Renzi – spiega il presidente Carlo Rienzi – sono una forma di ricatto che danneggia 100mila precari in attesa di conoscere quale sarà il proprio destino. Per tale motivo invitiamo i docenti ad agire in sede legale indipendentemente dalle scelte di Matteo Renzi, aderendo all'azione collettiva promossa dal Codacons finalizzata a ottenere il risarcimento per gli anni di precariato, che finora ha portato oltre 2200 precari della scuola a ottenere complessivamente più di 3 milioni di euro di risarcimento dallo Stato".

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur