Clima, Greta Thunberg e il movimento “Venerdì per il futuro” ambasciatori della coscienza per il 2019

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Greta Thunberg, l’adolescente svedese attivista per il clima, e il movimento studentesco dei “Venerdì per il futuro” hanno ricevuto la nomina di Ambasciatori della coscienza per il 2019 da Amnesty International.

Il movimento, come riferisce Askanews, è nato per iniziativa di Greta dall’agosto 2018, data a partire dalla quale la ragazza non ha frequentato la scuola tutti i venerdì protestando innanzi al parlamento svedese affinché lo stesso intraprendesse azioni efficaci per fermare il cambiamento climatico.

Questa le parole della Thunberg:

“Sono davvero grata e felice, e credo di parlare a nome di tutti, dicendo che è fantastico aver ricevuto questo riconoscimento. La scuola finisce la prossima settimana e credo mi prenderò un anno sabbatico per viaggiare in paesi diversi, tra gli altri Nord e Sud America, dove mi hanno invitata a tenere degli incontri, mi piacerebbe provare ad andarci senza prendere l’aereo”

Il movimento ha coinvolto tantissimi studenti, come testimonia l’ultimo sciopero dei “Venerdì per il futuro” del 24 maggio, che si è svolto in oltre 100 paesi ed ha coinvolto oltre un milione di ragazzi.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione