Clima e scuola con l’acqua alla gola, manifestazione studenti a Venezia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Rete Studenti Medi Veneto – Oggi, 27 settembre, in più 150 città da Padova a Palermo, da Firenze a Roma, Rete degli Studenti Medi e Unione degli Universitari parteciperanno al Global Strike organizzato da Fridays For Future. Per l’occasione come studenti indosseremo maschera e boccaglio per dire che ABBIAMO L’ACQUA ALLA GOLA.

In particolare a Venezia, forse la città più a rischio da un punto di vista di innalzamento inesorabile del livello del mare, dal ponte di Rialto, i ragazzi in maschera e boccaglio hanno calato per invitare tutti a partecipare alla sciopero. Lo striscione recitava “Abbiamo l’acqua alla gola. Venice will sink first”.

Azioni con maschera e boccaglio anche a Roma, Firenze, Palermo, Messina, Padova e altre 50 città.

“Abbiamo l’acqua alla gola per  colpa del surriscaldamento globale e dell’innalzamento del livello del mare, ma anche perché annaspiamo ogni giorno in un sistema scolastico sottofinanziato, vecchio e inadatto a rispondere alle nostre esigenze.” dichiara Tommaso Biancuzzi, Coordinatore Regionale della Rete degli Studenti Medi Veneto .

Viola Valabrega, Coordinatrice della Rete degli Studenti Medi di Venezia, dichiara: “Venezia sarà la prima ad affondare. Noi studenti  non possiamo più rimanere fermi a guardare. Vogliamo investimenti per una scuola e un pianeta che non ci lascino con l’acqua alla gola. Per questo oggi saremo in piazza, nella nostra città come in tutta Italia!”

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione