CLIL: come sta andando? Piattaforma candidatura insegnanti

WhatsApp
Telegram

Miur risponde sul CLIL (insegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica nell'ultimo anno di scuola secondaria superiore) all'interrogazione dell'On. Carocci.

Miur risponde sul CLIL (insegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica nell'ultimo anno di scuola secondaria superiore) all'interrogazione dell'On. Carocci.

L'On. Carocci chiedeve di conoscere se, ad oggi, tutte le scuole secondarie di secondo grado siano adeguatamente attrezzate per l'insegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica attraverso la metodologia CLIL, come previsto dai regolamenti di riordino degli istituti tecnici e dei licei, approvati rispettivamente con i decreti del Presidente della Repubblica n. 88 e n. 89 del 15 marzo 2010, e se le stesse dispongano di un adeguato numero di docenti formati a tale scopo.

La risposta del Ministero può essere considerata "diplomatica", se non addirittura elusiva, in quanto cita solo la normativa, rimanda al monitoraggio del 2013 ed invita comunque gli insegnanti ad iscriversi sull'apposita piattaforma.

Segui su Facebook le news della scuola e partecipa alle conversazioni. Siamo in 148mila

Il riferimento principale rimane la nota prot. n. 4969 del 25 luglio 2014 con la quale sono state fornite le istruzioni applicative (Norme transitorie) per il corrente anno scolastico.

Per quanto riguarda il monte ore dell'insegnamento disciplinare da veicolare in lingua straniera, il Ministero ha offerto la possibilità a tutti i docenti, anche se ancora impegnati nei percorsi formativi, di avviare progressivamente l'implementazione del la metodologia CLIL nelle proprie classi in modo flessibile e graduale. Tuttavia, ciò non impedisce a coloro che si troveranno nelle condizioni ottimali per ampliare il monte ore di insegnamento in lingua straniera, di attuare una implementazione più ampia ed incisiva della metodologia.

In riferimento, poi, alle figure preposte all'insegnamento CLIL, le norme transitorie di cui alla nota più volte citata individuano la costituzione di veri e propri team CLIL – a cui partecipano il docente della disciplina non linguistica, il docente di lingua straniera e l'eventuale conversatore di lingua straniera o assistente linguistico – finalizzati allo scambio e al rafforzamento delle reciproche competenze. La sinergia all'interno del team CLIL è ancora più funzionale nei casi di carenza di personale pienamente formato nella nuova metodologia.

Quanto al monitoraggio delle iniziative progettuali e formative intraprese in questi ultimi anni, esso è consultabile nel sito del Miur.

Infine, per quanto riguarda la rilevazione dei bisogni formativi dei docenti, la Direzione generale per il personale scolastico ha costituito e implementato una piattaforma ad hoc (link http://www.miurambientelingue.it/indexCLIL.php) per raccogliere le candidature dei docenti dei licei ed istituti tecnici di tutto il territorio nazionale, da avviarsi gradualmente alla formazione CLIL in base all'attivazione a regime dei vari percorsi formativi, sia di tipo linguistico che di tipo metodologico.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur