Claudia Pratelli (Sinistra Italiana): allarme salari degli insegnanti, qualcuno avvisi la ministra Fedeli

Stampa

Un’omonima della Ministra dell’Istruzione  lancia l’allarme sui salari troppo bassi degli insegnanti.

Ha ragione. I docenti italiani guadagnano poco e guadagnano sempre meno dato che i contratti sono bloccati da quasi 10 anni e l’inflazione ne sta divorando il potere d’acquisto.

L’Ocse addirittura segnala che dal 2010 al 2014 i salari degli insegnanti in Italia sono diminuiti del 7% in termini reali e che variano in media tra il 76% e il 93% della media Ocse .

Lo afferma la responsabile nazionale scuola di Sinistra Italiana, Claudia Pratelli.

La stessa omonima ha ragione anche a rivendicare – prosegue l’esponente della sinistra – che avrebbero diritto a essere pagati il doppio per quanto è delicata, complessa e preziosa la funzione che svolgono.

Adesso si tratta di avvisare la Ministra dell’Istruzione. Avvisarla ad esempio – insiste la responsabile scuola di SI – che c’è un contratto da rinnovare e proprio lei siede nel Consiglio dei Ministri. Che, insomma, ha molta voce in capitolo.

Magari – conclude Pratelli – potrebbe essere utile segnalarle anche che l’attacco al valore del lavoro delle e dei docenti, viene anche da misure come il bonus docenti che mettono i docenti l’uno contro l’altro per una mancia, per oscurare il problema vero: i salari poveri.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur