Claudia Pratelli (SI): Polemiche a Viterbo per studenti in alternanza scuola lavoro alla festa del PD

di redazione
ipsef

item-thumbnail

‘Ecco un altro episodio illuminante dell’alternanza scuola lavoro : in provincia di Viterbo un professore qualche settimana via Facebook recluta in tutta fretta un gruppo di studenti per “un’importante manifestazione con presente la ministra dell’Istruzione, ricordatevi che passano come crediti formativi e ci potrebbe essere anche un rimborso spese. La dirigente scolastica chiede partecipazione ” (parole testuali tratte dal suo profilo).

A quanto pare l’importante manifestazione, non certo di carattere istituzionale, era la Festa del Pd (che si è tenuta a Viterbo, piazza della Polveriera il 9 settembre scorso, seguirà cena). Ora fioccano le polemiche, che non ci interessano più di tanto. Sarà il dicastero di Viale Trastevere a spiegarci in Parlamento cosa è davvero accaduto. ‘

Lo afferma Sinistra Italiana con la responsabile nazionale scuola Claudia Pratelli.

‘In questione non c’è il comportamento della scuola, ma sono le norme vigenti che ci interessano. – prosegue Sinistra Italiana – Si tratta infatti di un esito, neanche troppo imprevedibile, dell’attuale sistema di alternanza scuola lavoro introdotto dalla brutta scuola di Renzi e Giannini, che produce troppo spesso lavoro coatto e privo di contenuto formativi, un’esperienza che non solo non paga, ma addirittura costa per studenti chiamati a pagarsi trasporto e vitto per arrivare a lavoro, come denuncia un’inchiesta dell’UdS. E si tratta più in generale un drammatico addestramento a quel che si troverà usciti dalle aule scolastiche: lavoro gratuito, povero e non riconosciuto.”
“Questa non è scuola, nè tantomeno è lavoro, ma sfruttamento: è sostituzione di lavoro vero e pagato con lavoro gratuito prestato da ragazzine e ragazzine. È accettabile allora – conclude Pratelli – che la principale forza di governo attuale cioè il Pd se ne serva direttamente nelle sue feste?

Versione stampabile
anief
soloformazione