Classi speciali e test d’ingresso per gli alunni stranieri: proposta della Lega Nord

di Giulia Boffa
ipsef

GB – Un nuovo sistema di accesso alle scuole per gli studenti stranieri: questo propone la Lega Nord di Bergamo, dove martedì il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge terrà una lectio magistralis.

GB – Un nuovo sistema di accesso alle scuole per gli studenti stranieri: questo propone la Lega Nord di Bergamo, dove martedì il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge terrà una lectio magistralis.

Il Carroccio sostiene che l’ingresso vada regolato con il superamento di un test e con classi speciali per l’apprendimento dell’italiano.

I Comuni della Bergamasca saranno i primi a scendere in campo “attraverso – ha annunciato Gianfranco Masper, coordinatore dei sindaci orobici della Lega Nord – la presentazione di un ordine del giorno che chiede appunto di rivedere il sistema di accesso degli studenti non italofoni e di istituire le classi sperimentali, seguendo l’esempio di altri Paesi europei come la Germania e la Francia”.

L’iniziativa sarà sostenuta anche a Roma, dove nei mesi scorsi è stato presentato anche un progetto di legge per l’istituzione di tali classi.

“L’occasione per concretizzare quanto proposto dalla Lega è il decreto della pubblica istruzione e a breve approderà alla Camera – ha spiegato il parlamentare Davide Caparini -. Presto, dunque, avremo modo di verificare se c’è la reale volontà di passare dalle parole ai fatti. Per la Kyenge sarebbe un’occasione per dimostrare di saper fare qualcosa di concreto per l’integrazione, materia in cui pare abbia ancora molto da imparare dai nostri sindaci”.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione