Classi pollaio, Cangemi (PCI): “Chiudere con la Gelmini. Il resto sono chiacchiere”

Stampa

“Se si vuole veramente eliminare lo scandalo delle classi pollaio, se si vuole riportare in tutto il paese il numero degli alunni per classe a dimensioni compatibili con misure di prevenzione anticovid ma anche con una didattica efficace, non si sfugge da un nodo politico: l’abrogazione delle norme sulla formazione delle classi emanate, a suo tempo, dalla ministra Gelmini”, ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile scuola del PCI

Solo liberando il tavolo dalle norme frutto di quella sciagurata stagione di tagli (e mai toccate dai successivi governi) si possono costruire interventi strutturali, legati ad una diversa formazioni delle classi e degli organici e non a interventi episodici. Uscendo dalla situazione paradossale in cui persiste il sovraffollamento anche di fronte al calo demografico“, prosegue il comunista.

Certo la circostanza che l’on. Gelmini sia stata riportata da Draghi nel Consiglio dei Ministri-in una funzione in cui sta facendo nuovi danni (vedi autonomia differenziata)- è , simbolicamente , esplicativo della natura di questo governo. Ribadire questa richiesta è però necessario per ribattere alle chiacchiere dell’attuale ministro Bianchi e per indicare un obiettivo chiaro alle lotte che devono svilupparsi“. – ha concluso Cangemi.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione