Classi pollaio, Azzolina (M5S): stop a classi di 27 alunni con studente disabile

WhatsApp
Telegram

Leggo oggi su Orizzonte Scuola che il Dott. Gianluca Rapisarda ci dà un suggerimento per migliorare la proposta di legge sulle cosiddette “classi pollaio”, cioè rivedere l’articolo 5 comma 2 del DPR 81/09.

Scrive: “Infatti, solo prevedendo l’inderogabilità del numero massimo di 20 alunni per classe in presenza di ragazzi con disabilità ed abolendo l’attuale generica ed aleatoria dicitura «di norma”, essi riusciranno a porre fine definitivamente alle tante discrezionalità e “trasgressioni” oggi esistenti sul tema ed ad evitare ai genitori degli allievi disabili di ricorrere sempre più spesso ai giudici per ottenere il riconoscimento dei diritti dei loro figli. Un simile traguardo, a nostro avviso, costituirebbe un’ulteriore conquista di civiltà per il nostro già avanzato sistema inclusivo”.

Dico al Dott. Rapisarda che sono assolutamente d’accordo con lui. Ho sempre lavorato in classi di almeno 27 studenti con ragazzi diversamente abili all’interno delle medesime.

Chiaramente con quei numeri il lavoro di tutti diventa complesso e spesso purtroppo inefficace.

Gli iter parlamentari, spesso lunghi, servono anche a questo, migliorare i testi.

Ringrazio quindi chi vive quotidianamente il mondo della scuola e vorrà dare degli spunti per affinare quello che abbiamo pensato e scritto, auspicando possa avere una speranza di realizzazione.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro