Classi pollaio, Anief: servirebbe un miliardo per farle scomparire

Anief – Insufficienti i 55 milioni di euro stanziati grazie a un emendamento al MilleProroghe. Marcello Pacifico (Anief): “Si potranno creare 800 nuove classi, non le 15.000 che servirebbero. Ma è un primo segnale positivo”

Un primo piccolo segnale positivo per frenare l’onda negativa delle classi pollaio. Il riferimento è al via libera della commissione parlamentare di competenza della Camera all’emendamento del M5S al decreto Milleproroghe, con cui si finanziano 55 milioni di euro in tre anni, per intervenire laddove il numero di iscritti sia superiore a 22 alunni, ridotti a 20 in presenza di studenti con grave disabilità certificata.

“Bisogna segnalare – fa notare Marcello Pacifico, presidente nazionale di Anief, intervenuto telefonicamente a “Si può fare”, programma di Radio 24 – che questi soldi sono insufficienti per rispondere al problema nella sua interezza. Servirebbero 15.000 nuove classi, per scongiurare quelle pollaio, e con questi fondi ne potranno essere create appena 800. È però un segnale, per mettere in pratica cose diverse da quelle che si sono viste finora, con presidi che e direttori degli Uffici scolastici regionali che hanno l’ordine di non aumentare gli organici degli insegnanti e quindi fanno classi anche con più di trenta alunni. Attendiamo il def, auspicando maggiori investimenti, anche se il precedente ministro Fioramonti si è dimesso perché chiedeva un certo numero di miliardi per il comparto Istruzione»

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia