Classi di concorso: ultima bozza consegnata ai sindacati

Di Lalla
Stampa

red – Schema di decreto + allegati + Relazione tecnica, consegnata alle OO.SS. nella riunione del 14 gennaio

red – Schema di decreto + allegati + Relazione tecnica, consegnata alle OO.SS. nella riunione del 14 gennaio

Schema di decreto

Allegati

Relazione tecnica

La UIL Scuola, come già in passato, ha di nuovo posto la questione della ricaduta sul personale della riorganizzazione delle classi di concorso, sia sul personale di ruolo che sul personale a tempo determinato. 

Due, in particolare, sono gli aspetti evidenziati:la gradualità del passaggio dall’ordinemento vigente al nuovo e la necessità di non alimentare la formazione di nuovo precariato. 
 
Il Miur, accogliendo le proposte dei sindacati, ha prospettato la possibilità che la nuova impostazione delle classi di concorso abbia effetti ai soli fini del reclutamento legato ai futuri concorsi ordinari, lasciando inalterato il reclutamento legato alle graduatorie ad esaurimento. 
In prospettiva, inoltre, la riorganizzazione avrà effetti anche sul personale attualmente non inserito nelle graduatorie ad esaurimento ma i cui titoli mantengono validità ai fini della partecipazione alle procedure abilitanti. 
 
FLC CGIL – Nell’incontro del 17 gennaio 2013 si è riaperto il confronto per la predisposizione di un nuovo testo che si occupi solo del progetto di nuove classi di concorso più ampie, ma non intervenga su altre questioni, come invece era previsto nell’attuale. 
 
Questo nuovo testo dovrà tenere in considerazione l’esistente e le aspettative dei precari e pertanto dovrà garantire una fase transitoria che non penalizzi chi è in possesso dei titoli di studio attualmente richiesti o dell’abilitazione e dell’attuale situazione delle graduatorie. 
 
Una volta definito l’impianto andranno valutate tutte le ricadute e gli eventuali interventi, che non potranno che essere assunti dal nuovo Ministro . 
 
Nel prosieguo del confronto si dovranno anche rivedere le attuali tabelle che risultano particolarmente penalizzanti per numerosi insegnamenti e non tengono in alcun conto l’attuale situazione delle atipicità. 
 
È chiaro che a questo punto gli organici del prossimo anno scolastico (2013/2014) saranno costituiti sulla base delle attuali classi concorso , senza stravolgere una situazione già complicata. 
 
 

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!