Classi di concorso: Miur introduce nuovi CFU per la ex A060. Impossibile acquisirli in tempo per aggiornamento graduatorie

WhatsApp
Telegram

Le tabelle inviate dal Miur agli USR per la definizione degli organici e per la predisposizione delle operazioni di mobilità e immissioni in ruolo, suscitano molte perplessità nei docenti precari.

Non solo perché alcuni errori segnalati non sono stati corretti, ma anche perché sono stati introdotti nuovi elementi non presenti nel DPR 19/2016.

E’ il caso della classe di concorso ex A060 (scienze naturali, chimica e biologia nella scuola secondaria) per i quali ci sarebbero nuovi CFU prima non presenti.

Il Movimento Nazionale Docenti ex A060 è costituito da docenti di terza fascia nelle classe di concorso A060 (scienze naturali, chimica e biologia nella scuola secondaria), che hanno intrapreso il percorso d’insegnamento in quanto in possesso dei requisiti riportati nei DD.MM . 39/1998 e 22/2005. Si tratta di docenti che da anni insegnano nella suddetta classe di concorso e in possesso degli stessi CFU grazie ai quali, colleghi abilitati, hanno ottenuto e otterranno prossimamente una cattedra.

Con la presente lettera vorremmo porre l’attenzione su una grave anomalia riscontrata nella tabella dell’allegato A del DM 259/2017, che rivede le nuove classi di concorso introdotte con il DPR 19/2016. In particolare, per l’accesso alla nuova A50 (ex A060) sono previsti:

  • 12 CFU GEO per i laureati LS6, LS7, LS8, LS9 e LM6, LM7, LM8, LM9
  • 12 CFU BIO per laureati LS9, LS62, LS81 e LM9, LM54, LM71
  • 12 CFU BIO e 6 CFU in settori CHIM per laureati LS 85 e 86 e LM74, LM79

Questi CFU erano assolutamente non contemplati nella tabella A relativa al DPR 19/2016.

Appare chiara l’impossibilità, sia per i laureati Biologia, Biotecnologie, Chimica e Geologia già iscritti nelle graduatorie di istituto, sia per coloro che hanno conseguito la laurea tra febbraio 2016, mese di entrata in vigore del DPR 19/2016 e maggio 2017 e che si sono attenuti al DPR per stendere il piano studi, di conseguire questi CFU in tempo utile per l’aggiornamento delle graduatorie di istituto previsto per giugno.

Pertanto, se non si provvede alla correzione, molti docenti impegnati da anni nell’insegnamento in questa classe di concorso, non potrebbero aggiornare il proprio punteggio e dovrebbero smettere di lavorare. Inoltre, se si considera che almeno il 95% di queste cattedre ad oggi sono occupate da docenti in possesso dei suddetti titoli di studio, la situazione appare ancora più drammatica perché si assisterebbe a uno svuotamento delle graduatorie con gravi danni soprattutto per molte scuole del Nord che, ad oggi, hanno effettuato addirittura convocazioni su MAD per questa cdc.

Vogliamo inoltre sottolineare l’assurda anomalia secondo la quale laureati in farmacia, scienze della nutrizione, agraria e similari, pur non avendo nel loro piano di studi i crediti suddetti, non sono tenuti ad alcuna integrazione.

Pertanto, noi insegnanti ex A060, chiediamo che il protocollo n. 5499 del 19-05-2017, firmato dalla Dr.ssa Carmela Palumbo, sia corretto e, conseguentemente, che anche la tabella dei titoli per l’attuale cdc A50 (ex A060) sia ripristinata come da DPR 19/2016, senza contemplare i CFU sopra elencati in virtù del principio del legittimo impedimento del cittadino nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Se il Ministero non provvederà a chiarire, in tempi certi, quanto sopra, i danneggiati avvieranno un procedimento di ricorso per riaffermare ciò che spetta loro di diritto.

Movimento docenti ex A060

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur