Classi concorso, Fedeli chiarisca retroattività norma e requisiti accesso ex A043-A050. Lettera

WhatsApp
Telegram

Il contenuto di questa lettera riguarda la riformulazione delle nuove classi di concorso e la nebbia che aleggia intorno a essa, in particolare agli errori relativi alle ex classi di concorso A043-A050.

Sono state diverse le lettere o gli articoli da Voi pubblicate, non ultimo spero venga dato spazio anche alla mia e mi auguro che il ministro Fedeli faccia luce in mezzo a questo caos creato dalla mala gestione Renzi-Giannini.

Alcuni quesiti a cui vorrei che il neo-ministro risponda

1.      Il D.P.R. 19/2016 ha valore retroattivo? L’articolo 5 comma 3 dello stesso recita “Dall’entrata in vigore del presente regolamento e’ abrogato  il decreto del Ministro della pubblica istruzione 30 gennaio 1998”. Non bisogna essere un esperto di diritto nel sapere che il termine “abrogare” assume valore nel momento in cui entra in vigore qualcosa di nuovo, ma trattandosi di “diritti acquisiti secondo una normativa vigente”, la loro non
validità non può e non deve essere annullata, a meno che non venga chiaramente esplicitato il valore retroattivo della nuova norma, e in nessuna parte del suddetto D.P.R si parla di  valore retroattivo (Link di riferimento: http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-02-22&atto.codiceRedazionale=16G00026&elenco30giorni=false).

Ne consegue che chi ha titolo di studio utile all’accesso alle classi di concorso conseguito prima del D.P.R. 19/2016, mantiene le regole del dm 39/1998, a meno che il ministro Fedeli non voglia dichiarare pubblicamente che si tratta di una chiara intenzione economica per rimpinguare le casse dello Stato e delle Università, costringendo un cospicuo numero di laureati da anni atornare tra i banchi (nulla di sbagliato nel farlo, sia chiaro!) pagando la media di 20/25 € a CFU (e parliamo di almeno 12 CFU);

2.      CORREZIONE ERRORI CLASSI DI CONCORSO ex A043-A050

Si invita il ministro Fedeli e i suoi collaboratori a revisionare in tempi brevi e utili le tabelle delle nuove classi di concorso. Nello specifico voglio segnalare l’eclatante errore riguardante le ex A043-A050. Tengo a precisare che trovo imbarazzante il fatto che, a distanza di quasi un anno dal D.P.R. 19/2016, il sito del MIUR non abbia aggiornato l’applicazione che consente di effettuare la ricerca della propria classe di concorso secondo le nuove norme (Link di riferimento: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/PRTA-TitoliAccesso/avvio.action).

In merito a quanto detto, torno a esplicitare il caso delle due classi di concorso citate e in relazione ai laureati col cosiddetto Vecchio Ordinamento.

Il dm 39/1998 – Tabella A recitava che la laurea in lettere è titolo di ammissione al concorso  purché il piano di studi seguito abbia compreso i corsi annuali (o due semestrali) di: lingua italiana, letteratura italiana, linguistica generale, lingua latina o letteratura latina, storia, geografia. (Vedi Tab. A/4).  Questo per la classe di concorso A043.

Gli stessi criteri valgono per la classe di concorso A050 con la sola differenza per la storia, per la quale sono previste 2 annualità o 4 semestralità

Il D.P.R 19/2016 non ha modificato nella sua natura i requisiti del dm 39/1998 se non per quella “o” avversativa nella dicitura “lingua latina o letteratura latina” in “lingua latina, letteratura latina”.

Questo cambiamento non comporta solo il mutamento in peggio dei requisiti di accesso (un esame in più che non era precedentemente previsto), ma genera confusione anche con la classe di concorso ex A051.

Per la classe di concorso (A043-)A050, i nuovi requisiti del D.P.R. 19/2016 infatti sono quelli che nel dm 39/1998 erano propri della A051-Materie letterarie e latino nei licei e nell’istituto magistrale, che prevedeva due distinti esami di latino (letteratura e lingua), requisiti che – se non considerati errori – chiederebbero di sostenere un esame universitario in più, ma che non consentirebbe in ogni caso di insegnare latino nei licei (ex A050) né alle medie (ex A043, ove non previsto l’insegnamento del latino).

Tirando le somme il D.P.R 19/2016 ha portato ad una identità dei requisiti per le tre ex A043-50-51, prevedendo un esame in più di latino per l’insegnamento di una materia che le classi di concorso A043-A050 non prevedono.

Spero vivamente che il neo-ministro Fedeli ponga chiarezza su questi due punti:

Retroattività della norma

Requisiti accesso A043-A050

Augurandovi nuovamente buon anno, si porgono

Cordiali Saluti

Prof.re Matteo Magnasco

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur