Una classe sperimentale per gli stranieri in una scuola media di Bologna

WhatsApp
Telegram

BG – Nella scuola media Besta di Bologna è stata istituita una classe sperimentale, la 1A, una sorta di classe di accoglienza.

La sperimentazione consiste nel riunire tutti alunni stranieri, di diversa nazionalità, che non sanno parlare l’italiano. I ragazzi hanno fra gli 11 e 15 anni e sono arrivati per ricongiungimento familiare.

BG – Nella scuola media Besta di Bologna è stata istituita una classe sperimentale, la 1A, una sorta di classe di accoglienza.

La sperimentazione consiste nel riunire tutti alunni stranieri, di diversa nazionalità, che non sanno parlare l’italiano. I ragazzi hanno fra gli 11 e 15 anni e sono arrivati per ricongiungimento familiare.

I genitori nel consiglio d’istituto hanno denunciato la scelta di dividere in questo modo gli alunni: agli studenti non sarà data la possibilità di progredire l’apprendimento dell’italiano attraverso "un’educazione tra pari".

In più, sostengono la classe non avrà una composizione fissa: gli studenti potranno essere spostati in altre sezione, con l’avanzare dell’anno scolastico e l’apprendimento dell’italiano e, contemporaneamente, nuovi alunni potranno essere inseriti, non creando quindi mai un gruppo di riferimento.

 Il preside dell’istituto, Roberto Panzacchi, ha risposto alle critiche affermando che la classe "non è un ghetto ma è stata istituita per integrare".

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur