Classe A065 e la revisione delle classi di concorso

di
ipsef

I Docenti della classe di concorso A065 (Tecnica Fotografica) costituiti in un Coordinamento Nazionale, formato da insegnanti abilitati in tale disciplina con contratti a tempo determinato e indeterminato, espongono osservazioni riguardo la loro situazione professionale

I Docenti della classe di concorso A065 (Tecnica Fotografica) costituiti in un Coordinamento Nazionale, formato da insegnanti abilitati in tale disciplina con contratti a tempo determinato e indeterminato, espongono osservazioni riguardo la loro situazione professionale

RICHIESTA DI INSEGNAMENTO NEI SEGUENTI INDIRIZZI DI STUDIO:

1) LICEO ARTISTICO – indirizzo Grafica

Laboratorio artistico (grafica) 1° biennio

LICEO ARTISTICO – indirizzo Grafica

Laboratorio di grafica 2° biennio e 5° anno

Discipline grafiche 2° biennio e 5° anno

2) LICEO ARTISTICO – indirizzo Multimediale e Audiovisivo
Laboratorio di audioviso 2° biennio e 5° anno

3) ISTITUTO PROFESSIONALE,
settore Servizi, indirizzo SERVIZI COMMERCIALI, triennio

I Docenti della classe di concorso A065 – Tecnica Fotografica, costituiti in un Coordinamento Nazionale, formato da insegnanti abilitati in tale disciplina con contratti a tempo determinato e indeterminato, espongono osservazioni riguardo la loro situazione professionale e alla tabella di confluenza delle nuove classi di concorso in riferimento alla bozza del 15/3/2011.

PREMESSA

"Nella definizione ministeriale dei nuovi assi culturali per la scuola dell’obbligo, il primo di questi, l’asse de linguaggi, comprende fra le competenze: “utilizzare e produrre testi multimediali”. Questo presuppone, come Abilità/capacità, sempre negli assi culturali, “comprendere i prodotti della comunicazione audiovisiva”; “elaborare prodotti multimediali (testi, immagini, suoni, ecc.), anche con tecnologie digitali”, e fra le conoscenze che si devono avere sono comprese le “principali componenti strutturali ed espressive di un prodotto audiovisivo”, le “semplici applicazioni per la elaborazione audio e video”, l’”uso essenziale della comunicazione telematica”.

La nuova classe di concorso A-60 si pone in fondamentale continuità di questo aspetto dell’asse dei linguaggi e, intervenendo con insegnamenti che in gran parte si pongono immediatamente dopo la scuola dell’obbligo, unica nel panorama delle discipline riformate, ne approfondisce e completa a tutto tondo gli elementi.

L’attuale confinamento ad un ruolo meramente tecnico, ne svilisce invece la portata innovativa in un momento culturale in cui questi aspetti crescono di importanza rispetto ad altri aspetti della comunicazione. Si auspica quindi un diffondersi della materia anche nei licei artistici".

1) RICHIESTA DI INSEGNAMENTO NEI SEGUENTI INDIRIZZI DI STUDIO:

LICEO ARTISTICO – indirizzo Grafica

Laboratorio artistico (grafica) 1° biennio

LICEO ARTISTICO – indirizzo Grafica

Laboratorio di grafica 2° biennio e 5° anno

Discipline grafiche 2° biennio e 5° anno

Profilo di studi SsiS, concorsi abilitanti all’insegnamento A065

Premettiamo che gli insegnanti abilitati alla classe di concorso A065 sono gli UNICI in Italia a possedere i titoli per l’insegnamento dI Fotografia nella scuola secondaria superiore.
Il DM n.39/1998 e successive integrazioni impone ai docenti di Fotografia il titolo di Laurea obbligatorio e la verifica dei titoli professionali per accedere al concorso e alle lauree magistrali abilitanti SSiS.

SSIS

Il Piano di studi caratterizzante il percorso formativo abilitante il docente A065 prevede un indirizzo di area comune comprendente nozioni di psicologia, pedagogia, teorie dell’istruzione, della programmazione didattica e dell’apprendimento, idoneità di lingua inglese, comune a tutti i corsi abilitanti SsiS.

La parte caratterizzante della A065 è inserita nell’area di indirizzo “Arte e Disegno”, in comune con le classi A061 (Storia delle Arte) e A025 (Disegno e storia dell’arte), ambedue insegnabili con la riforma scolastica nei Licei Artistici. Tale percorso di studi, oltre ad una parte formativa di elementi di storia, tecnica della fotografia, del cinema, dell’audiovisivo, prevede anche fondamenti si storia delle arti, delle comunicazione e del disegno.

Riportiamo di seguito l’elenco degli insegnamenti di AREA COMUNE A TUTTI GLI INDIRIZZI:

– PSICOPEDAGOGIA DELL’INSEGNAMENTO;
– PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL’APPRENDIMENTO;
– TEORIA DELL’ISTRUZIONE E DELLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA;
– ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA E CONTESTI EDUCATIVI;
– LOGICA E FILOSOFIA DELLA SCIENZA.

Per quanto concerne l’area di indirizzo “Arte e Disegno” la classe di concorso A065 ha in comune oltre la metà degli insegnamenti con A061 “Storia delle Arte” e A025 “Disegno e storia dell’arte”.

Riportiamo di seguito l’elenco degli insegnamenti dell’area di indirizzo “ARTE E DISEGNO”

DIDATTICA DELL’ARTE E DELL’IMMAGINE;

FONDAMENTI E DIDATTICHE DELLE TECNICHE ARTISTICHE;
TECNOLOGIE INFORMATICHE APPLICATE ALL’IMMAGINE;

FONDAMENTI E DIDATTICA DELLE TECNICHE GRAFICHE;

Il piano di studi formativo abilitante gli insegnanti della disciplina A065 si compone di elementi indispensabili per l’insegnamento della Fotografia, in comune alle classi di concorso di storia delle arti (A061), elementi di comunicazione visiva (A025), elementi di disegno (A025) e della luce (A025 e A061), delle tecniche grafiche (A025).
Nell’epoca moderna è riduttivo e inverosimile pensare che la scuola insegni discipline fotografiche basandosi solo sui principi della tecnica, cioè del solo uso del mezzo fotografico.

Gli insegnamenti caratterizzanti la disciplina fotografica sono:

DIDATTICA MULTIMEDIALE E AUDIOVISUALE;
FONDAMENTI E DIDATTICA DELLE ARTI VISIVE E DELLA FOTOGRAFIA.

La denominazione “Didattica delle Arti Visive della Fotografia” indica che l’insegnante viene formato con un profilo completo che va dalla Storia della Fotografia, alla sua concezione artistica fino ad arrivare infine alla tecnica di ripresa.

Del resto già oggi nelle scuole italiane, l’insegnamento di tecnica fotografica, come dimostrano i programmi scolastici sviluppati in questi anni dai docenti di tecnica fotografica (vedi allegati), prevede l’apprendimento di conoscenze legate alla storia della fotografia, agli elementi del linguaggio fotografico secondo finalità comunicative, espressive ed artistiche e di competenze di carattere tecnico funzionali all’impiego della fotografia in campo grafico-pubblicitario.

Già da parecchi anni le offerte formative delle scuole dove si insegna Fotografia propongono elementi di arte, storia e progettazione in linea con le richieste del mercato del lavoro che necessita personale sempre più esperto e preparato in materia, non solo a livello tecnico ma anche e soprattutto artistico.

Concorsi abilitanti all’insegnamento A065

Per quanto concerneva le prove abilitanti dei docenti A065 dei concorsi del 1982, 1984, 1990, 1999, è emerso anche in questo caso che elementi di storia, arti e punti di coesione con altre classi di concorso (A061 e A025), oltre all’approvazione dei titoli professionali.

Riguardo alla prova scritta, si chiedeva al candidato di sviluppare temi su argomenti relativi a problematiche tecniche della fotografia in funzione delle “possibilità espressive dell’immagine fotografica”.

Nella prova orale si accertavano le conoscenze specifiche (non solo aggiornate al processo tecnologico) ma anche su temi di altre discipline che avessero attinenza con le classi di concorso di comunicazione visiva (A025), di storia delle arti e delle arti figurative (A061 e A025).

Analizzando il piano di offerta formativa del docente abilitato SsiS e le prove d’esame del concorso abilitante ne consegue che contenuti e fini sono concordi e che i docenti della A065 hanno una formazione e svolgono un lavoro di insegnamento di fotografia in classe che non corrisponde alla denominazione “Tecnica Fotografica”, ma sarebbe realistico definirla “Storia e Tecnica della Fotografia”.
La problematica della disciplina riguardo al fatto che il nome della materia non corrisponde a come è stato formato l’insegnante e a cosa realmente insegna è argomento discusso tra i docenti del coordinamento da parecchi anni, e si sperava che la riforma ponesse una volta per tutte fine a questo equivoco.

A065 – Storia e Tecnica della Fotografia e il caso Veneto

Sempre ad ulteriore dimostrazione del fatto che il docente di Fotografia per i suoi titoli, per la formazione abilitante e per il suo insegnamento, non svolge un semplice insegnamento di tecnica, descriviamo il caso Istituti Tecnici Professionali Veneto in relazione alla riforma scolastica.

Con la riforma gli ex Istituti Tecnici e Professionali ad indirizzo Grafico veneti hanno deciso di trasformare la loro offerta formativa in Licei Artistici ad indirizzo Grafico, in quanto il piano di studi professionale previsto dalla nuova riforma (Servizi commerciali) non risponde alle esigenze grafico-pubblicitarie e fotografiche maturate da un’esperienza ventennale e non è più in linea con le richieste di lavoro sempre più qualificate.

La conversione in Licei Artistici ad indirizzo Grafico è stata ampiamente progettata, pensata e valutata durante un lungo lavoro durato 3 anni, nel quale le scuole di tutte le province hanno lavorato attivamente e in sinergia.
Sono state fatte numerosissime riunioni in tutte gli ex Istituti Grafici Professionali sempre in Presenza dei Dirigenti Scolastici e dei docenti di tutte le classi di concorso implicate nella confluenza nei futuri Licei Artistici Grafici e la classe A065 ha sempre avuto i suoi docenti in rappresentanza.
In tutte le riunioni è sempre stata ribadita l’importanza della fotografia nei Licei Artistici Grafici fin dall’inizio, per i suddetti motivi prima spiegati, a voce unanime da docenti di tutte le classi di concorso degli ex professionali e dirigenti scolastici.

La conversione in Licei è stata fatta sempre con l’intento di far confluire tutte le classi di concorso caratterizzanti l’indirizzo Grafico nei Licei Grafici e si è ribadita sempre la necessità dell’inserimento della materia Fotografia, considerata la sua insostituibilità ai fini di rendere il piano formativo competitivo al livello internazionale nel mercato del lavoro.

Tale richiesta è stata formalmente redatta in un documento inviato al Miur frutto dell’esito della riunione presso i locali dell’ U.R.S del Veneto del 13/10/2011, firmata da: il D.S. C. Pardini (Liceo grafico “Anti” Vr),il D.S. Bagnara e la prof. Iachini (Liceo grafico “Obici” Oderzo), il D.S. Polato (Liceo grafico “Valle” Pd), il D.S. Sardo e la prof. Rotelli (Liceo grafico “Catullo” Bl), il prof. Caldo,Vicario del D.S. , e i prof. Pennelli (Liceo grafico “Mozzoni”Ve)e i nostri rappresentanti A065 prof.ssa Romina Greggio(Liceo grafico “Mozzoni”Ve), prof.ssa Zanchetta (Liceo grafico “Rosselli” Castelfranco Vto).

Nel documento di richiesta delle discipline da confluire nel Liceo Artistico erano presententi anche due docenti rappresentanti la A065 che fino ad oggi si rivela essere l’UNICA esclusa.

Dopo la pubblicazione delle bozze delle classi di concorso del 15-3-2011 è avvenuto un’altro incontro in data 24/3/2011 presso l’ex Istituto Professionale Grafico di Vicenza “Bartolomeo Montagna”, in cui all’unanimità Dirigenti Scolastici, Docenti di tutte le classi di concorso confluite nel Liceo Artistico Grafico e un rappresentante della A065 hanno ribadito l’esigenza di inviare nuovamente al Miur una richiesta con la necessità di inserire la A065 nei Licei Grafici.

2) RICHIESTA DI INSEGNAMENTO NEI SEGUENTI INDIRIZZI DI STUDIO:

LICEO ARTISTICO – indirizzo Multimediale e Audiovisivo
Laboratorio di audioviso 2° biennio e 5° anni

Il Coordinamento Nazionale Docenti A065 ritiene non giusta anche l’esclusione dagli insegnamenti

dal Liceo Artistico ad indirizzo Audiovisivo e Multimediale, riscontrato nella bozza delle tabelle delle nuove classi di concorso del 15-3-2011.

La classe di concorso A065 si fonderà in un’unica macro area, la futura A-60, denominata Tecnologie e tecniche delle comunicazioni multimediali composta dalle seguenti classi di concorso: A044, A062, A063, A064, A065, A067 (che prevedono tutte il titolo di laurea e la valutazione dei titoli professionali dal 1998 secondo il DM n.39/1998 e successive indicazioni.

Ribadiamo che nel profilo di studio abilitante SsiS, della A065 nell’area dell’indirizzo “Arte e Disegno” ci sono le discipline fondamentali per l’insegnamento nei Licei ad indirizzo Audiovisivo che sono:

TECNOLOGIE INFORMATICHE APPLICATE ALL’IMMAGINE;
DIDATTICA MULTIMEDIALE E AUDIOVISUALE.

Questi insegnamenti prevedono che l’insegnante A065 acquisisca fondamenti di storia del cinema, fondamenti di ripresa cinematografica, televisiva, audiovisiva, multimediale, elementi di grafica in relazione al disegno animato.
Quanto detto può essere provato dal fatto che alcuni colleghi già hanno attivato negli anni passati queste nozioni all’interno dei loro programmi scolastici.

Di seguito le tabelle di valutazione dei titoli delle classi di concorso dall’Archivio online del Miur:

A044, A062, A063, A064, A065, A067.

Fonte: http://archivio.pubblica.istruzione.it/argomenti/concorsi/urp9729a.htm

65/A – Tecnica fotografica

 

CLASSE DI DIPLOMA
DI ABILITAZIONE
CORRISPONDENTE

TITOLI DI AMMISSIONE

TITOLI DI AMMISSIONE
CON VALIDITA’
TEMPORALE; TITOLI CHE
HANNO CAMBIATO
DENOMINAZIONE
OVVERO LAUREE SOPPRESSE

INSEGNAMENTI RELATIVI
ALLA CLASSE
DI CONCORSO
E DI ABILITAZIONE

 

Tecnica fotografica

 

Qualsiasi laurea purché congiunta all’accertamento dei titoli professionali.

 

Accertamento dei titoli professionali – purché effettuato antecedentemente alla data di entrata in vigore del D.M. n. 334 del 1994.

 

Negli istituti professionali Tecnica della ripresa fotografica e laboratorio. Tecnica dello sviluppo e stampa e laboratorio. Tecnica fotografica.

Negli istituti professionali Tecnica della ripresa fotografica e laboratorio. Tecnica dello sviluppo e stampa e laboratorio. Tecnica fotografica.

64/A – Tecnica e organizzazione della produzione cinematografica e televisiva

 

CLASSE DI DIPLOMA
DI ABILITAZIONE
CORRISPONDENTE

TITOLI DI AMMISSIONE

TITOLI DI AMMISSIONE
CON VALIDITA’
TEMPORALE; TITOLI CHE
HANNO CAMBIATO
DENOMINAZIONE
OVVERO LAUREE SOPPRESSE

INSEGNAMENTI RELATIVI
ALLA CLASSE
DI CONCORSO
E DI ABILITAZIONE

 

Tecnica e organizzazione della produzione cinematografica e televisiva.

 

Qualsiasi laurea purché congiunta all’accertamento dei titoli professionali.

 

Accertamento dei titoli professionali – purché effettuato antecedentemente alla data di entrata in vigore del D.M. n. 334 del 1994.

 

Negli istituti professionali:
Tecnica della produzione cinematografica e televisa. Organizzazione generale e tecnica della produzione cinematografica e televisiva. Tecnica dell’edizione cinematografica e laboratorio.

Negli istituti professionali:
Tecnica della produzione cinematografica e televisa. Organizzazione generale e tecnica della produzione cinematografica e televisiva. Tecnica dell’edizione cinematografica e laboratorio.

63/A – Tecnica della ripresa cinematografica e televisiva

 

CLASSE DI DIPLOMA
DI ABILITAZIONE
CORRISPONDENTE

TITOLI DI AMMISSIONE

TITOLI DI AMMISSIONE
CON VALIDITA’
TEMPORALE; TITOLI CHE
HANNO CAMBIATO
DENOMINAZIONE
OVVERO LAUREE SOPPRESSE

INSEGNAMENTI RELATIVI
ALLA CLASSE
DI CONCORSO
E DI ABILITAZIONE

 

Tecnica della ripresa cinematografica e televisiva.

 

Qualsiasi laurea purché congiunta all’accertamento dei titoli professionali.

 

Accertamento dei titoli professionali – purché effettuato antecedentemente alla data di entrata in vigore del D.M. n. 334 del 1994.

 

Negli istituti professionali:
Composizione visiva. Grafica cinematografica e televisiva e laboratorio. Disegno animato e laboratorio.
Negli istituti professionali.
Tecnica della ripresa cinematografica e laboratorio. Registrazione ed emissione televisiva e laboratorio.

Negli istituti professionali:
Composizione visiva. Grafica cinematografica e televisiva e laboratorio. Disegno animato e laboratorio.
Negli istituti professionali.
Tecnica della ripresa cinematografica e laboratorio. Registrazione ed emissione televisiva e laboratorio.

62/A – Tecnica della registrazione del suono

 

CLASSE DI DIPLOMA
DI ABILITAZIONE
CORRISPONDENTE

TITOLI DI AMMISSIONE

TITOLI DI AMMISSIONE
CON VALIDITA’
TEMPORALE; TITOLI CHE
HANNO CAMBIATO
DENOMINAZIONE
OVVERO LAUREE SOPPRESSE

INSEGNAMENTI RELATIVI
ALLA CLASSE
DI CONCORSO
E DI ABILITAZIONE

 

Tecnica della registrazione del suono.

 

Qualsiasi laurea purché congiunta all’accertamento dei titoli professionali.

 

Accertamento dei titoli professionali – purché effettuato antecedentemente alla data di entrata in vigore del D.M. n. 334 del 1994.

 

Negli istituti professionali Tecnica della registrazione del suono e la

Negli istituti professionali Tecnica della registrazione del suono e laboratorio.

67/A. – Tecnologia fotografica, cinematografica e televisiva.ca

 

 

CLASSE DI DIPLOMA
DI ABILITAZIONE
CORRISPONDENTE

TITOLI DI AMMISSIONE

TITOLI DI AMMISSIONE
CON VALIDITA’
TEMPORALE; TITOLI CHE
HANNO CAMBIATO
DENOMINAZIONE
OVVERO LAUREE SOPPRESSE

INSEGNAMENTI RELATIVI
ALLA CLASSE
DI CONCORSO
E DI ABILITAZIONE

 

Tecnologia fotografica, cinematografica e televisiva.

 

Lauree in: chimica; chimica industriale; fisica; ingegneria chimica purché congiunte ad accertamento dei titoli professionali.

 

Lauree in: chimica; chimica industriale; fisica; ingegneria chimica; ingegneria industriale – sottosezione chimica – purché conseguite entro l’A.A. 1993/1994.

 

Negli istituti tecnici industriali per l’indirizzo: arti fotografiche Tecnologia fotografica e cinematografica. Merceologia, chimica, ottica fotografica e laboratorio. Negli istituti professionali Tecnologia fotografica.

Negli istituti tecnici industriali per l’indirizzo: arti fotografiche Tecnologia fotografica e cinematografica. Merceologia, chimica, ottica fotografica e laboratorio. Negli istituti professionali Tecnologia fotografica.

44/A – Linguaggio per la cinematografia e la televisione

 

CLASSE DI DIPLOMA
DI ABILITAZIONE
CORRISPONDENTE

TITOLI DI AMMISSIONE

TITOLI DI AMMISSIONE
CON VALIDITA’
TEMPORALE; TITOLI CHE
HANNO CAMBIATO
DENOMINAZIONE
OVVERO LAUREE SOPPRESSE

INSEGNAMENTI RELATIVI
ALLA CLASSE
DI CONCORSO
E DI ABILITAZIONE

 

Linguaggio per la cinematografia e la televisione.

 

Qualsiasi laurea purché congiunta all’accertamento dei titoli professionali.

 

Accertamento dei titoli professionali – purché effettuato antecedentemente alla data di entrata in vigore del D.M. n.334 del 1994.

 

Negli istituti professionali per la cinematografia e la televisione
Linguaggio cinematografico e televisivo. Storia e tecnica dello spettacolo. Tecnica del montaggio cinematografico e televisivo. Tecniche professionali.

Da quanto sopra riportato si evince che:

  • La futura A-60 è L’UNICA CLASSE DI CONCORSO in cui gli insegnanti possiedono l’accertamento dei titoli professionali come da DM 39/1998 e successive modifiche;

  • Tutti i docenti hanno un percorso formativo abilitante SsiS (o abilitante da concorso nazionale) in comune l’area di indirizzo “ARTE E DISEGNO” con le vecchie classi di concorso A061 (Storia delle Arte) e A025 (Disegno e storia dell’arte) che sono incluse come insegnamenti nei Licei Artistici e con loro hanno in comune nozioni di storia delle arti e delle arti visive, disegno, tecniche artistiche.

  • la futura A-60 Tecnologie e tecniche delle comunicazioni multimediali, composta dalle classi di concorso: A044, A062, A063, A064, A065, A067 è L’UNICA CLASSE DI CONCORSO IN CUI GLI INSEGNANTI POSSIEDONO UN PERCORSO FORMATIVO DI FONDAMENTI DI FOTOGRAFIA, CINEMATOGRAFIA, MULTIMEDIA, TELEVISIONE AUDIOVISIVO E ANIMAZIONE;

3) ISTITUTO PROFESSIONALE,
settore Servizi, indirizzo SERVIZI COMMERCIALI, triennio

I Docenti della classe di concorso A065 – Tecnica Fotografica, costituiti in un Coordinamento Nazionale, chiedono che A-60 venga inserita come materia di insegnamento agli Istituti Professionali, settore Servizi ad indirizzo Servizi Commerciali, nel triennio, rispettivamente al terzo, quarto e quinto anno, in linea con la riforma scolastica che vede la confluenza dei Istituti Grafici Pubblicitari nel settore dei servizi commerciali

Versione stampabile
anief
soloformazione