Cirio: Piemonte inizia la scuola con 20mila cattedre vuote. Criticità soprattutto su sostegno

Stampa

“Inizio la scuola con 20mila cattedre vuote in Piemonte, 20mila insegnanti che mancano, soprattutto quelli di sostegno. Nell’anno del Covid, e con tre mesi di tempo, è ingiustificabile”.

Lo afferma il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio. “In Piemonte ci sono bambini che hanno la necessità di essere assistiti – aggiunge intervistato da Sky – e che questa mattina non hanno trovato l’insegnante. “In un Paese civile non è accettabile”.

“Sembra quasi che il mese in cui inizia la scuola si estragga a sorte – insiste Cirio -, ma che senso ha non avere la capacità di prevenire? – Questo significa che un bambino disabile, che ha bisogno di assistenza, oggi non trova a scuola il suo insegnante di sostegno”.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur