Cirillo (M5S): approvata la legge per riconoscimento e promozione lingue dei segni in Campania

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Si tratta di un ulteriore passo in avanti nel percorso per la tutela dei disabili, dopo che lo scorso anno, fu approvata la legge istitutiva del Garante regionale dei disabili.”

Così Luigi Cirillo, consigliere regionale del MoVimento 5 stelle e firmatario del testo unificato votato all’unanimità nella seduta di Consiglio Regionale della Campania –  tutelare e regolamentare le attività connesse alla Lingua dei Segni Italiana (LIS) e alla Lingua dei Segni Italiana tattile.

“Questa legge rappresenta uno strumento di comunicazione indispensabile per le persone sorde, sordocieche, con disabilità uditiva in generale, con deficit di comunicazione o di linguaggio – precisa Cirillo – soprattutto per l’accesso alle sedute del Consiglio Regionale abbiamo previsto la sottotitolazione e interpretariato LIS per abbattere le barriere comunicative nell’assemblea legislativa regionale”.

“Abbiamo previsto interventi per favorire l’accessibilità alla cultura, ai trasporti, lavoro e istruzione scolastica e universitaria attraverso apposite convenzioni – continua Cirillo – nonché maggiori risorse alla formazione e sperimentazione di nuove tecnologiche per la comunicazione.”

“Oggi abbiamo dato un importante segnale di civiltà, un atto dovuto e atteso da decenni da tutta la comunità sorda campana – conclude Cirillo – abbiamo lavorato insieme a tutte le associazioni rappresentative con le quali proseguiremo la collaborazione al fine di elaborare nuove proposte che risolvano le criticità che ancora oggi affliggono i disabili in Regione Campania”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione