Cingolani agli studenti: “L’unica cosa seria che potete fare è studiare. Zero chiacchiere e proteste”

WhatsApp
Telegram

“Dovete fare un patto intergenerazionale: dovete studiare, e inventare cose nuove. L’unica cosa seria che potete fare è studiare e capire. Abbiamo avanti sfide pazzesche e la soluzione verrà dalla tecnologia, non verrà da nessun altro, non verrà dalle chiacchiere e non verrà dalla protesta. Verrà solo dallo studio”.

Così il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani incontrando virtualmente più di 17mila studentesse e
studenti delle scuole superiori per parlare di ambiente e sostenibilità nell’ambito del progetto Cosmopolites.

“Non affezionatevi a nessuna tecnologia e a nessuna soluzione, ci vuole neutralità tecnologica che si raggiunge studiando i dati. Voi non dovete fare il tifo, ma studiare qualunque soluzione. Tutto sta nella vostra capacità di studio, visione, invenzione, pensiero laterale”. 

Il ministro ha anche indicato quali i settori su cui puntare, tra quelli che in futuro offriranno le maggiori opportunità occupazionali.

“La chimica di trasformazione sarà una delle armi del futuro per vincere la battaglia della transizione ecologica: quello è un settore in cui vi dovete buttare a pesce. Come vi dovete buttare a pesce nel settore dell’energia e sulle tecnologie digitali. Servono decine di migliaia di ricercatori nei settori Stem (science, technology, engineering and mathematics , ndr), fateci una riflessione, il lavoro verrà anche da lì”, aggiunge Cingolani.

“Sono stato criticato per aver detto di non studiare le Guerre Puniche 3-4 volte. Io sono figlio di un insegnante di storia e filosofia, lungi da me dire qualcosa contro la storia. Volevo dire però che, siccome le ore di insegnamento sono quelle e le cose da imparare sono sempre di più, pensate all’Islam, alla storia contemporanea, alla digitalizzazione, alla computer science, voi dovreste fare molte più ore e qualche scelta va fatta. Io non ho detto non studiamo le Guerre Puniche, ho detto: casomai eliminiamo qualcosa e in quell’ora studiamo la computer science o la
questione islamica”, conclude.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti