Cineca. Obbligo di Fatturazione Elettronica verso la PA

di Giulia Boffa
ipsef

Cineca, Consorzio nazionale di Supercalcolo senza scopo di lucro costituito da 70 Università Italiane, 4 Enti di Ricerca e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), ha progettato in collaborazione con le Università italiane una soluzione che permetterà loro di gestire efficacemente i flussi di fatturazione in osservanza della normativa che, dal 31 marzo, estende l’obbligo di fatturazione elettronica verso tutte le Pubbliche
Amministrazioni.

Cineca, Consorzio nazionale di Supercalcolo senza scopo di lucro costituito da 70 Università Italiane, 4 Enti di Ricerca e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), ha progettato in collaborazione con le Università italiane una soluzione che permetterà loro di gestire efficacemente i flussi di fatturazione in osservanza della normativa che, dal 31 marzo, estende l’obbligo di fatturazione elettronica verso tutte le Pubbliche
Amministrazioni.

Cineca ha integrato nei propri sistemi, i più diffusi a livello universitario, una soluzione che consente di ricevere le fatture direttamente dal Sistema di Interscambio – l’infrastruttura che riceve e indirizza verso gli uffici competenti i flussi di fatture elettroniche destinate alla PA – e di processarle in piena conformità ai requisiti stabiliti dalla normativa. Le fatture e le relative ricevute, infatti, vengono registrate automaticamente attraverso Titulus, il sistema di
gestione documentale e protocollo informatico, notificate al sistema di contabilità U-GOV e infine trasmesse a Conserva, che ne assicura una adeguata conservazione digitale. Tutti i sistemi sono stati progettati e
realizzati da Cineca in stretta collaborazione con gli atenei, per assicurare la massima aderenza alle esigenze specifiche e distintive delle amministrazioni universitarie.

“Con la nostra soluzione abbiamo messo a disposizione delle Università italiane, la maggior parte delle quali già usufruisce dei nostri sistemi gestionali, uno strumento di immediato utilizzo per adeguarsi alla
normativa con efficacia, sicurezza e nel rispetto dei termini” – commenta Vittorio Ravaioli, Direttore Service Unit Cineca. “Siamo convinti che la Fatturazione Elettronica rappresenti per le Università, come per tutte le
Amministrazioni Pubbliche, l’avvio di processi virtuosi di dematerializzazione che consentano di recuperare, in tal modo, efficienza e risorse”.

Da questa considerazione prende spunto l’iniziativa promossa e organizzata da Cineca e dal titolo “Dalla fatturazione elettronica alla dematerializzazione del ciclo acquisti” (Bologna, 22 aprile), che avrà come obiettivo proprio quello di tracciare un possibile percorso di razionalizzazione del processo di acquisto e di delineare gli strumenti per
attuarlo.

L’evento ospiterà interventi di rappresentanti di AGID, SOGEI e dell’Osservatorio Fatturazione elettronica del POLIMI per una analisi dello stato dell’arte all’indomani della scadenza del 31 marzo. In una tavola rotonda composta prevalentemente da direttori generali delle Università, inoltre, sarà affrontato il tema specifico dello sviluppo verso uno
scenario di completa dematerializzazione del processo acquisti.
Interverranno, fra gli altri, Candeloro Bellantoni, direttore generale dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca; Massimo Di Silverio, direttore generale dell’Università degli Studi di Udine; Fabrizio Pedranzini, dirigente dell'area servizi ICT del Politecnico di Milano; Enrico Periti, direttore generale dell’Università degli Studi di Brescia, ed Emma Varasio, direttore generale dell’Università degli Studi di Pavia. In una sessione parallela, Gianni Penzo Doria,
direttore generale dell’Università degli Studi dell’Insubria, coordinerà un tavolo dedicato al nuovo manuale di gestione ed al progetto Procedamus, che ha come obiettivo la mappatura, razionalizzazione e digitalizzazione dei principali procedimenti amministrativi delle Università italiane.

Cineca

Cineca è il Consorzio nazionale di Supercalcolo con sede a Casalecchio di Reno. Fondato nel 1969 senza scopo di lucro, è costituito da 70 Università italiane, 4 Enti di Ricerca e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Da oltre quarant’anni offre supporto alle attività di ricerca della comunità scientifica tramite il supercalcolo e le sue applicazioni grazie a un'infrastruttura tecnologica tra le più potenti al mondo; realizza sistemi gestionali per le amministrazioni universitarie e il MIUR; progetta e sviluppa sistemi informativi per imprese, sanità e pubblica amministrazione. Oggi Cineca è il trait d'union ad alto contenuto tecnologico tra la realtà accademica, la ricerca e il mondo dell'industria e della pubblica amministrazione.

Versione stampabile
anief
soloformazione