“Il cibo non si butta”, a Lucca alunni infanzia e primaria porteranno a casa quanto non consumato a mensa

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il comune di Lucca e Cir Food, azienda che gestisce la mensa scolastica, hanno posto in essere un’interessante iniziativa educativa denominata “Il cibo non si butta”.

L’iniziativa, come leggiamo su luccaindiretta.it, è legata alla mensa scolastica o meglio è volta ad evitare gli sprechi che spesso vi si consumano.

L’iniziativa coinvolge i bambini della scuola dell’infanzia e primaria, oltre tremila bambini, e prevede che gli stessi possano portare  a casa il cibo non consumato. A tal fine, i piccoli alunni riceveranno uno zainetto con cui potranno portare a casa la frutta e il pane (confezionato) che non hanno consumato a mensa.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione