Chimienti: “Se Renzi mette fiducia alla riforma ci incateniamo al Parlamento”

WhatsApp
Telegram

L'on. Chimienti del M5S ha così commentato la decisione del premier Renzi di ricorrere alla fiducia per l'approvazione del DDL Scuola.

L'on. Chimienti del M5S ha così commentato la decisione del premier Renzi di ricorrere alla fiducia per l'approvazione del DDL Scuola.

"Noi vogliamo impedire che si voti la fiducia, vogliamo il ritiro del DdL. Se ci dobbiamo incatenare, lo faremo. Sono mesi che cerchiamo di farci sentire, in Parlamento, nelle piazze. Renzi ha annunciato una consultazione a inizio luglio, ora si rimangia di nuovo tutto e dice che entrò la prossima settimana il ddl verrà approvato con la fiducia. Come considera quest’ultima dichiarazione renziana? Questa dichiarazione per noi è gravissima, l'ennesimo schiaffo al mondo della scuola."
"Renzi forse non si è reso conto che non sono i suoi senatori fantoccio quelli che deve convincere, ma sono le centinaia di migliaia di docenti, Ata, genitori e studenti a chiedere il ritiro del DdL. Chiameremo all'appello i docenti, se sarà necessario. Metteremo in atto una resistenza pacifica. Gli insegnanti sono tutti con noi" continua la parlamentare.

Se mettono la fiducia ci vediamo tutti a Roma. Io sono pronta a incatenarmi al Senato, come abbiamo fatto alla Camera in occasione del Jobs Act e come hanno fatto i docenti di Bologna che ieri hanno consegnato le pagelle imbavagliati. Pacificamente. Intasate di tweet Giannini, Renzi, Faraone, deputati e senatori PD. C’è poco tempo" ha concluso la Chimienti.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro