Chimienti (M5S): respinta calendarizzazione della risoluzione su scatti stipendiali docenti

di Lalla
ipsef

inviato da Silvia Chimienti – Abbiamo presentato due atti sul tema degli scatti stipendiali: un’interpellanza urgente e una risoluzione in commissione Lavoro. La risoluzione ha l’obiettivo di impegnare il Governo a pagare gli scatti arretrati e futuri con il 30% dei tagli da 8 mld della Gelmini del 2008.

inviato da Silvia Chimienti – Abbiamo presentato due atti sul tema degli scatti stipendiali: un’interpellanza urgente e una risoluzione in commissione Lavoro. La risoluzione ha l’obiettivo di impegnare il Governo a pagare gli scatti arretrati e futuri con il 30% dei tagli da 8 mld della Gelmini del 2008.

Come previsto dalla legge finanziaria di Tremonti, le progressioni di carriera devono essere pagate con questi 2 miliardi e non intaccando il MOF e l’offerta formativa. Ricordiamo anche che il MOF è costituito da soldi detratti dagli stipendi dei docenti al momento della firma del contratto e utilizzarlo per corrispondere gli aumenti stipendiali dovuti è un vero paradosso.

Peccato che il Governo abbia intenzione di investire negli scatti solo 120 milioni di questi 2 miliardi, cercando gli altri soldi nei fondi d’istituto delle scuole. Dove sono finiti gli altri soldi?

L’On. Damiano, presidente della commissione Lavoro, si è opposto alla calendarizzazione della mia risoluzione, con la motivazione che è in arrivo un decreto sulla stessa materia. Noi dubitiamo che la materia sarà la stessa ma, in ogni caso, tramuteremo la risoluzione in emendamenti e chiederemo conto dei soldi che mancano all’appello!

Qui il testo della risoluzione di Silvia Chimienti:

Versione stampabile
anief
soloformazione