Chiarimenti su mobilità e dimensionamento

Di
Stampa

UIL – Il giorno 16 febbraio 2012 si è svolto un incontro tra l’amministrazione e le organizzazioni sindacali su alcuni chiarimenti interpretativi relativi all’ipotesi di CCNI sulla mobilità del personale docente, educativo e Ata. Per la Uil scuola ha partecipato Pasquale Proietti. In particolare è stato affrontato il caso, non previsto espressamente dal contratto, di come attribuire la precedenza, prevista per il rientro nella precedente scuola di titolarità, nel caso in cui questa venga dimensionata.

UIL – Il giorno 16 febbraio 2012 si è svolto un incontro tra l’amministrazione e le organizzazioni sindacali su alcuni chiarimenti interpretativi relativi all’ipotesi di CCNI sulla mobilità del personale docente, educativo e Ata. Per la Uil scuola ha partecipato Pasquale Proietti. In particolare è stato affrontato il caso, non previsto espressamente dal contratto, di come attribuire la precedenza, prevista per il rientro nella precedente scuola di titolarità, nel caso in cui questa venga dimensionata.

L’orientamento comune è di far esercitare tale opzione per una delle scuole dove è confluita la scuola di precedente titolarità a seguito del dimensionamento.
Successivamente, l’amministrazione ha comunicato che, dopo la sigla del contratto sulla mobilità avvenuta in data 15 dicembre, in data 26 gennaio è stata effettuata la consegna della certificazione e del testo dell’ipotesi di CCNI al Dipartimento della Funzione Pubblica e al Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato per le verifiche di loro competenza.

L’amministrazione e le organizzazioni sindacali, considerando i trenta giorni a disposizione dei due Dipartimenti, hanno concordato di incontrarsi il prossimo 27 febbraio per analizzare l’ordinanza e, se ci sono le condizioni, firmare il contratto.
Da quella data potrebbero decorrere i trenta giorni per la presentazione delle domande.

A tale proposito ricordiamo che le domande per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado vanno presentate “On line”.
Pertanto si suggerisce ai docenti interessati alla mobilità di iniziare fin da ora la procedura di registrazione, in modo da ottenere le credenziali complete in tempo utile per la presentazione della domanda.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia