Chiamata diretta, linee guida: chi riguarda? Cosa fanno le scuole, cosa i docenti. Dal curriculum al colloquio, la nostra guida

di redazione
ipsef

Emanate dal Miur le linee guida per la chiamata diretta, una sintesi schematica di quello che dovranno (o potranno) fare gli insegnanti, i Dirigenti Scolastici e gli Uffici Scolastici. Previste due fasi: una entro il 31 agosto per i docenti di ruolo assegnati su ambito territoriale, e l'altra entro il 15 settembre 2016 per noimmessi in ruolo da GaE e da concorso 2012/2016.

Emanate dal Miur le linee guida per la chiamata diretta, una sintesi schematica di quello che dovranno (o potranno) fare gli insegnanti, i Dirigenti Scolastici e gli Uffici Scolastici. Previste due fasi: una entro il 31 agosto per i docenti di ruolo assegnati su ambito territoriale, e l'altra entro il 15 settembre 2016 per noimmessi in ruolo da GaE e da concorso 2012/2016.

Altre guide

Chiamata diretta, autocandidatura: scarica il modello di email da inviare al dirigente

Chiamata diretta. Modello ministeriale per curriculum con indicazione titoli: possibile l'inserimento su istanze per infanzia e primaria

Chiamata diretta, la candidatura va inviata per e-mail. 12 consigli per scriverla in modo efficace

Chiamata diretta. Posti disponibili scuola primaria utili per invio candidature a.s. 2016/17

Chiamata diretta. Modelli avvisi per le scuole: alcune proposte dalla Disal

Chiamata diretta, FAQ MIUR: dirigenti possono scegliere altri titoli a proprio piacere e non predispongono graduatorie

Chiamata diretta. Nota Miur sull'assegnazione del personale di ruolo: procedura e tempistica

Chiamata diretta: curriculum max 1megabyte. Vale punteggio mobilità per chi non sarà scelto, incarico a partire da una scuola scelta dal docente

Chiamata diretta, salve le precedenze l.104/92. Docenti assegnati alle scuole entro il secondo giorno successivo alla pubblicazione dei movimenti

Chiamata diretta. Tutela docenti con 104, dimenticata nelle Linee Guida, è nella legge 107. Miur darà indicazioni

Chiamata diretta, docenti inseriscono curriculum si Istanze Online. Quando? A cosa serve?

Le indicazioni operative contenute nelle Linee Guida sono valide per l'a.s. 2016/17.

Chi riguarda?

La chiamata diretta riguarda esclusivamente i docenti neoimmessi in ruolo coinvolti dalle procedure di assegnazione nell'ambito territoriale. Si tratta delle fasi:

B1/B2 se soddisfatti dal secondo ambito in poi.

B3 – assegnazione ambito definitivo nella provincia di assunzione dei docenti assunti nell'a.s. 2015/16 nelle fasi B e C del piano di assunzioni da Concorso (titolarità solo su ambito).

C – docenti neo assunti al 1/9/2015 da GAE nelle fasi B e C del piano di assunzioni

D – I docenti neo assunti al 1/9/2015 da GAE e da CONCORSO nelle fasi 0 e A e i docenti assunti da fase B e C dal concorso del piano di assunzioni. Hanno potuto richiedere trasferimento interprovinciale (in deroga al vincolo triennale), ma se otterranno il movimento richiesto avranno titolarità su ambito territoriale.

Pienamente coinvolti nella chiamata diretta anche i docenti che saranno immessi in ruolo dal 1° settembre 2016 (le procedure potranno essere completate entro il 15 settembre), da Graduatorie ad esaurimento residue, o da concorso (sia per le assunzioni da GM 2012 che da nuove GM 2016). Articolo del 18 luglio.

Esclusi i docenti che faranno domanda di utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, i docenti di ruolo che prima del 2015/16 che hanno fatto domanda di mobilità e coloro che non hanno fatto domanda. Le procedure di "Chiamata diretta", inoltre, non riguarderanno le assegnazioni delle supplenze

Docenti scelti in base alle "esperienze"

Le linee guida individuano alcune delle esperienze più significative che un docente potrebbe aver svolto, e che potrebbero dargli una chance in più per insegnare nella scuola in cui più si desidera. Si tratta di:

  • aver lavorato in contesti scolastici diversi
  • aver utilizzato didattiche innovative e laboratoriali
  • aver ricoperto ruoli organizzativi
  • aver curato progetti interni alla scuola o con altre agenzie del territorio

L'elenco, esemplificativo e non esaustivo delle esperienze didattiche è comunque indicato nell'allegato A.

Si potranno privilegiare le esperienze svolte con continuità nel tempo.

L'anzianità di servizio dunque non varrà più nulla?

E' la polemica che ha accompagnato l'iter di stesura delle linee guida. Lo slogan con cui viene conosciuto il provvedimento è: "assegnazione dei docenti alle scuole non più per anzianità di servizio ma per competenze". E' veramente così?

La risposta del Miur: questo approccio considera l'anzianità non un valore in sè ma un elemento da valorizzare

Attività formative

Altro aspetto di cui i Dirigenti Scolastici potranno tenere conto. Dovranno essere state svolte entro il 30 giugno 2016 per una durata di almeno 40 ore e realizzate da Università, Enti accreditati dal Miur e dalle istituzioni scolastiche nell'ambito di piani nazionali e regionali.

Quali titoli universitari, culturali e certificazioni valgono. La tabella

La procedura

Il Dirigente individua i criteri emana l'avviso della ricerca di docenti

I Dirigenti Scolastici individuano un numero congruo di criteri – da tre a sei, anche in ordine di priorità – coerenti con il PTOF e il Piano di Miglioramento. La tabella A è solo esemplificativa, i Dirigenti ne possono individuare altri. Tabella A pubblicata a fine articolo.

Gli avvisi: cosa contengono e le date

I dirigenti scolastici pubblicano sul sito web delle scuole uno o più avvisi con

  • l'elenco dei posti vacanti
  • i criteri individuati
  • modalità presentazione candidature ( dovranno contenere la mail di posta elettronica a cui i docenti dovranno inviare l'autocandidatura)
  • termini di scadenza presentazione candidature

I Dirigenti Scolastici non sono obbligati a pubblicare gli avvisi

Se non dovessero pubblicare gli avvisi (inerzia del DS) i posti saranno assegnati dall'Ufficio Scolastico

I Dirigenti Scolastici esaminano i curriculum

I DS esaminano i curriculum, prima quelli ricevuti dalla scuola, per poi potersi allargare a quelli dell'ambito territoriale.

Individuano il docente cui proporre l'incarico. Il Dirigente può voler espletare il colloquio (previsto dalla legge 107/2015) con il docente, in presenza o tramite videochiamata, skype..

Il Dirigente dovrà motivare la scelta del docente.

I Dirigenti Scolastici comunicano via mail la proposta di incarico

E' un atto formale richiesto

I docenti accettano l'incarico

Anche in questo caso deve risultare traccia via mail

I Dirigenti Scolastici procedono alla pubblicazione degli incarichi assegnati

Cosa possono fare i docenti che hanno ottenuto titolarità in un ambito territoriale

Il curriculum su Istanze on line. Le date per ordine di scuola

Su Istanze on line ci sarà un modello predefinito nel quale caricare il curriculum. Le date

  • dal 29 luglio al 4 agosto per infanzia e primaria
  • dal 6 al 9 agosto per secondaria di I grado
  • dal 16 al 19 agosto per secondaria di II grado

I docenti potranno inviare tramite mail più autocandidature alle scuole che preferiranno.

I docenti che riceveranno più proposte potranno scegliere quale accettare.

Il colloquio potrà essere utile per illustrare il proprio curriculum o acquisire informazioni utili per scegliere tra più scuole.

Non è obbligatorio presentare la candidatura

I docenti che non avranno presentato alcuna candidatura o che non saranno stati scelti, verranno assegnati alle scuole dagli Uffici Scolastici.

L'incarico assegnato sarà triennale

Le operazioni dovranno concludersi entro il 31 agosto 2016.

Per i docenti neoassunti ci saranno altre date, dopo il 1° settembre.

Nelle linee guida mancano due indicazioni

Prima le 104?

Nell'intesa inizialmente stipulata tra Miur e sindacati le operazioni potevano avvenire dopo aver assegnato alle scuole i docenti beneficiari della legge 104/92.

L'assegnazione da parte degli USR avverrà in base al punteggio?

Nell'accordo con i sindacati (non firmato), l'assegnazione avveniva tramite punteggio della mobilità, ma il punteggio scompare nelle linee guida. Ossia, qualora l'USR individuasse altri criteri, dovranno essere accettati?

Scarica le linee guida

Tutto sulla chiamata diretta

TABELLA A

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare