Chiamata diretta, il Miur ripropone il colloquio. Mascolo (Ugl): “procedura inappropriata e fallimentare”

Stampa

“Nell’iter di definizione delle procedure da adottare per la mobilità del personale della scuola, Il Miur propone una bozza di accordo che prevede, ancora una volta, la chiamata diretta da parte del dirigente scolastico tramite un colloquio, sistema che già in passato troppo spesso si è dimostrato fallimentare”.

Lo dichiara il segretario generale dell’ugl scuola, Giuseppe Mascolo, aggiungendo che “ le nostre perplessità vengono purtroppo confermate, poiché il Miur vorrebbe riproporre una valutazione unilaterale e discrezionale da parte dei dirigenti scolastici, con la quale vengono meno i principi di imparzialità e trasparenza della Pubblica Amministrazione ed alla quale siamo nettamente contrari”. “

Occorre, invece – conclude il sindacalista – prevedere criteri collegiali e ben definiti che mettano fine ad un eccesso di discrezionalità che già in passato ha generato situazioni indecorose”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur