Chiamata diretta, ieri il via con il contratto sulla mobilità. Riguarderà 64mila docenti circa, dal prossimo anno a regime con il concorso

WhatsApp
Telegram

Ieri è stato siglato il contratto sulla mobilità che dà l'avvio della chiamata diretta dei docenti che prenderà le mosse da agosto 2016.

Ieri è stato siglato il contratto sulla mobilità che dà l'avvio della chiamata diretta dei docenti che prenderà le mosse da agosto 2016.

I sindacati, in sede di contrattazione, hanno ottenuto vecchie regole per i docenti assunti prma del 2014/15 in caso di mobilità provinciale e il passaggio agli ambiti territoriali in fase zero ed A soltanto in caso di mobilità interprovinciale.

I docenti assunti in fase B e C, invece, entreranno da subito negli mbiti e saranno scelti dai dirigenti scolastici sulla base dei POF triennali.

Il totale dei docenti che con certezza entreranno a far parte del nuovo meccanismo è di 64mila, cui bisognerà aggiungere i docenti di fase zero e A che faranno domanda interprovinciale e parte dei docenti cosiddetti "immobilizzati".

Il sistema entrerà a pieno regime già dal prossimo e imminente concorso a cattedra, i cui vincitori entreranno negli ambiti territoriali e saranno scelti dai dirigenti a partire da settembre 2016.

Dal prossimo anno, si riapriranno le danze per la mobilità ed il Ministero, questa volta, potrebbe considerare chiusa la straordinarietà delle operazioni che quest'anno hanno permesso una deroga dell'avvio della chiamata diretta per tutti e far confluire qualsiasi docente chieda di spostarsi negli ambiti territoriali.

A breve, presso il MIUR, si aprirà una seconda partita, quella riguardante i criteri per la chiamata diretta da parte dei presidi. I sindacati sono già sul piede di guerra e chiedono criteri oggettivi che evitino le discrezionalità.

Tutto sulla mobilità

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA